Japanese (日本語)
EVENTI CULTURALI/ ECONOMICI
(日本関連文化・経済行事のご案内)

EVENTI PASSATI(過去の行事) 2016, 2015, 2014, 2013, 2012

EVENTI 2017(2017年の行事)
Periodo dell'Evento Evento Patrocinato / Organizzato Luogo e Contatti Link
il 2 dicembre '17
LA FILOSOFIA DEL GUERRIERO
Un viaggio in parallelo nell'arte marziale in Europa e in Giappone.

In occasione dell'anniversario per i 150 anni dei rapporti diplomatici fra l'Italia ed il Giappone, l'Associazione DOUSHIN DOJO e 1595Club Belluno, organizzano una conferenza/dimostrazione/dibattito sulle Arti Marziali occidentali e Giapponesi del 1600 con la finalità di proporre in un incontro di breve durata un confronto fra due scuole di arti marziali, l’una europea e l’altra giapponese, per presentarne le affinità e le diversità attraverso un cammino che conosce, al di là delle differenze storiche e culturali, un minimo comune denominatore: l’uomo ed il suo onore. L’evento sarà composto da una presentazione in forma di breve conferenza della durata di un’ora, seguita da una sessione dimostrativa che proporrà un’esemplificazione dei principi delle due scuole, accompagnandoli con l’esecuzione di apposite tecniche. 1595Club è una scuola di Arti Marziali Occidentali che ha la sua maggiore fonte d'ispirazione negli insegnamenti di Vincentio Saviolo, maestro d'armi veneto (di Padova) della seconda metà del Cinquecento, trasferitosi a Londra per insegnare la sua Arte.
Gli scritti di Saviolo sono incentrati sulla formazione dell'uomo d'armi e del Gentiluomo. (Rappresenteranno la scuola:George Livermore, Prevosto del 1595 Club, Luca Basile, Istruttore del 1595 Club)
Il Moto Ha Yoshin ryu è una scuola completa di Arti Marziali (Jujutsu, Bojutsu, Kenjutsu),ed è un ramo dell' originale Takagi Yoshin Ryu nata nel 1670 in Giappone e trasmessa ininterrottamente fino a noi grazie all'attuale Soke (caposcuola) Akiyoshi Yasumoto (Rappresenteranno la scuola: L'Hombu Cho per l'Italia, Mauro Toso, 7° Dan, Okuden, Lo Shibu Cho del Doushin Dojo, Loris Giopp, 5° Dan, Okuden) .
Sala dell'Affresco "Lotta delle spartane"
Villa Patt di Sedico (BL)

Inizio Evento: ore 17,00

Ingresso libero

(Data la natura divulgativa ed interattiva che si vuole dare all’evento, sarà concesso al pubblico di intervenire e porre domande in qualsiasi momento)
https://www.doushindojo.it
https://www.1595club.it

doushindojo@gmail.com
luca.basile@1595club.it
il 21 novembre '17
BOUN SYUNJU 暮雲春樹 SPIGA 穂

Un progetto seguito e diretto dal maestro Shogoro in collaborazione con i poeti Toshihiko Ota e Christiana V. Ciccone.
Una serie di haiku che si susseguono seguendo gli elementi che compongono la natura: albero, fuoco, terra, minerale, acqua. 木 火 土 金 水ogni capitolo è composto da 4 haiku che descrivono le stagioni.
Ogni elemento è stato disegnato ad inchiostro di china dal maestro Antonio Ciccone, considerato tra i principali ritrattisti mondiali. l'evento è organizzato dal CollettivoC13 in collaborazione con Associazione Culturale Giappone in Italia
Libreria Bocca
Via Vittorio Emanuele II - Milano

inizio evento: ore 18,00
https://www.studiopeacock.wordpress.com

collettivoc13@gmail.com
dal 11 al 12 novembre '17
SEMINARIO E DIMOSTRAZIONE DI ARTI MARZIALI CLASSICHE nel 20° anniversario del Maestro Shinpo Matayoshi

Atleti provenienti dall’Italia, dalla Germania, dagli Stati Uniti, dalla Repubblica Ceca, dall’Ungheria si sono dati appuntamento a Bussolengo per celebrare il 40esimo anno di attività del loro Maestro, il veronese Andrea Guarelli, classe 1961, uno dei massimi cultori del karatè e del kobudo, un’antica arte marziale in cui si utilizzano “armi bianche”, nata e sviluppatasi nell’isola di Okinawa, all’estremo sud del Giappone. L’iniziativa, patrocinata anche dalla Regione Veneto e dal Comune di Bussolengo, ha lo scopo di ricordare anche il maestro del Guarelli, Shinpo Matayoshi, nel ventesimo anniversario della sua morte.
L’evento clou di questa due giorni, gratuita e aperta al pubblico, sarà sabato pomeriggio alle ore 18: ogni delegazione nazionale si cimenterà in una breve dimostrazione di karate e di kobudo. Gli atleti provenienti dalla Germania utilizzeranno il “bo”, l’antico lungo bastone proprio di Okinawa; quelli dell’Ungheria e della Repubblica Ceca il “nuntchaku”, due bastoni conici uniti da una corda e reso famoso dai fim di Bruce Lee; gli americani faranno invece vedere l’utilizzo del “sai, un tridente metallico usato a mo’ di spada corta. Vi saranno poi le delegazioni provenienti dalle varie regioni italiane; degni di menzione sono i ragazzi e le ragazze del Junshinkan di Bussolengo, la palestra che il Maestro Guarelli segue assieme alla moglie Fulvia da tantissimi anni: generazioni di atleti sono cresciuti nella loro palestra, ottenendo sempre prestigiosi riconoscimenti in ambito nazionale e internazionale.
Morto il maestro Matayoshi, Guarelli che nel frattempo aveva fondato l’AIKO – l’Associazione italiana Kobudo di Okinawa, iniziò l’impresa più ardua: far conoscere il kobudo in tutto il mondo preservandone empre lo spirito originario. "È stupendo", dice il maestro Guarelli "vedere l’entusiasmo di chi si avvicina alle arti marziali. Il Maestro Matayoshi ne sarebbe orgoglioso”. E ancora "La dimostrazione di sabato pomeriggio è l’occasione per avvicinarsi al magico mondo dell’Oriente. Non è una iniziativa riservata solo agli sportivi: è aperta a tutti e si colloca nel solco della tradizione di apertura all’Oriente che ha sempre affascinato noi veneti dai tempi di Marco Polo”.
A.I.K.O. SO-HONBU - JUNSHINKAN DOJO
via San Vittore, 1 – Bussolengo (Verona)

Sabato 11 novembre:
8.30: ritrovo dei partecipanti ed accreditamento
9.00 – 12.00: lezioni di Kobudō suddivisi per gruppi
15.00 – 17.00: prove dimostrazione
18.00 – 20.00: dimostrazione pubblica Karate, Kobudo, Wushu
a seguire: rinfresco

Domenica 12 novembre
9.30 – 12.00: lezioni di Kobudō suddivisi per gruppi
12.00 – 12.15: consegna diplomi e chiusura manifestazione
12.30: esami di Dan e Qualifiche di Matayoshi Kobudō

Per informazioni contattare direttamente il M° Guarelli: 349-50.22.793
http://www.kobudo.it/

guarelli@junshinkan.it
dal 5 al 25 novembre '17
GENTE DI TOKYO 東京の人々

"Il grandangolo sulla città più grande si restringe alle spalle.
I grattacieli si accorciano fino ai capelli.
I quartieri si compongono di naso, occhi e bocca.
Dalla megalopoli mostruosamente smisurata,
Gente di Tokyo è la mostra a misura d'uomo" .
In questo modo L'Associazione Culturale Giappone in Italia e l'Associazione Culturale La Taiga sono liete di presentare la mostra fotografica Gente di Tokyo, del presidente di Giappone in Italia Alberto Moro. L'esposizione raccoglie 25 foto, scattate a Tokyo la scorsa primavera. 25 ritratti di studenti, pendolari, negozianti, semplici cittadini, che rappresentano l'anima della grande metropoli, il volto della megalopoli ipermoderna e frenetica. Un affresco della città formato dagli sguardi, dai sorrisi e dai gesti dei cittadini, della gente di Tokyo.
Corte dei Miracoli
via Mortara 4, Milano

Vernissage: domenica 5 novembre, ore 19:00, con visita alla mostra e aperitivo.

Ingresso libero

Finissage: sabato 25 novembre, ore 20:00
È prevista una degustazione di sakè, due testimonianze su Tokyo, una della giornalista Stefania Viti e una della dottoressa Marianna Zanetta, e un concerto live del Duo Vulcarona.
Costo 10 €.
http://www.giapponeinitalia.org/
http://www.latigredicarta.it/

info@giapponeinitalia.org
info@latigredicarta.it
dal 7 al 25 novembre '17
VAN GOGH: IL MIO GIAPPONVAN GOGH: IL MIO GIAPPONE
Mostra di libri e stampe ukiyo-e amate da Vincent
a cura di Mariella Guzzoni

Ogni mostra o catalogo sui maestri giapponesi del Mondo Fluttuante accenna a Vincent van Gogh come a uno degli artisti che, più di altri, ha subito il fascino delle prime immagini ukiyo-e giunte nelle mani del mercato dell’arte parigino nella seconda metà dell’Ottocento. Come Van Gogh guardò al ‘suo’ Giappone?
Dalle prime famose tele riprese da Hiroshige, da Père Tanguy alle Scarpe,dagli autoritratti parigini all’autoritratto da giapponese di Arles, le opere che guardano a Oriente sono molte. La mostra “Van Gogh: Il mio Giappone” – ospitata a Palazzo Sormani dal 7 al 25 novembre 2017, a cura di Mariella Guzzoni – ci accompagna a scoprire di più: le ispirazioni letterarie, il contesto editoriale, le illustrazioni, le copertine magnetiche di Le Japon Illustré, con le opere che Van Gogh appendeva nel suo studio del Sud. Tra le stampe in mostra (oltre quaranta) dei maestri giapponesi dell’ukiyo-e amati da Vincent, spiccano i tre album di Hokusai delle Cento vedute del Fuji, con la grande onda, gli attori e le cortigiane di Kunisada, i paesaggi di Hiroshige. Il percorso di snoda a tema, nei vari periodi della vita del genio olandese, e mostra come Van Gogh assorbì la poetica giapponese restituendola in uno stile sempre più personale, in profonda sintonia con se stesso e con la grandezza della natura.
L’evento è promosso dalla Biblioteca Sormani.
Biblioteca Sormani - Spazio espositivo Piano Terra
Corso di Porta Vittoria 6, Milano

inaugurazione: martedì 7 novembre, ore 18

dal 7 al 25 novembre 2017
da lunedì a sabato, 9 – 19,30

Ingresso libero

Attività' - Mercoledì 15 novembre, visite guidate gratuite con la curatrice, ore 10-19, in occasione di Book City.
http://milano.biblioteche.it/library/sormani/

c.bibliopromozione@comune.milano.it
mariella.guzzoni@alice.it
dal 3 al 5 novembre '17
XXIV CAMPIONATI EUROPEI DI IAIDO
l’arte marziale della spada giapponese

Quest'anno Torino avrà l'onore di ospitare i XXIV Campionati Europei di Iaido, l’arte marziale giapponese dei samurai e dell’uso della katana, una disciplina antica e affascinante, che in quest'occasione vedrà impegnate 24 nazioni e 250 atleti che si disputeranno il titolo europeo individuale e a squadre. In Italia la pratica agonistica dello Iaido è possibile grazie all'attività della Confederazione Italiana Kendo, unico ente sul territorio nazionale riconosciuto dall' European Kendo Federation, dall' International Kendo Federation e soprattutto dalla All Japan Kendo Federation, leader e riferimento mondiale per la disciplina. Lo Iaido è un insieme di tecniche di spada pensate per prevalere sull’avversario opponendosi ad un attacco inaspettato, sfoderando senza esitazione e senza dargli l’occasione di prendere il sopravvento. Le gare sono miste: gli atleti, divisi in sette categorie, a seconda dell'esperienza acquisita nella pratica, si sfideranno uno contro uno nell'esecuzione di kata, sequenze di movimenti prestabiliti, e il migliore potrà avanzare nella competizione fino all'agognato podio.
Negli ultimi dieci anni la Nazionale Italiana ha conquistato 10 medaglie d'oro, 9 medaglie d'argento e 16 medaglie di bronzo agli individuali; 2 medaglie d'oro e 5 di bronzo nelle gare a squadre. Durante la conferenza stampa, che avrà luogo Il 31 ottobre 2017 alle ore 11.30 presso il MAO Museo d'Arte Orientale di Torino, il Presidente della Confederazione Italiana Kendo Mauro Navilli e il Segretario Generale Danielle Borra illustreranno le caratteristiche di questa antica disciplina giapponese e verrà proposta una dimostrazione di Iaido a cura del pluricampione europeo 6-dan e allenatore della nazionale Claudio Zanoni e di Margherita Carratù atleta della squadra nazionale 4-dan.
Palazzo dello sport Ruffini viale Bistolfi 10, Torino

Conferenza Stampa
Data: 31 ottobre 2017
Luogo: MAO Museo d'Arte Orientale, via San Domenico, 11, 10122 Torino (TO)
Ora: inizio ore 11.30
Con dimostrazione di Iaido

Seminario e Campionati Europei di Iaido
Data: 3,4,5 novembre 2017
Luogo: Palazzo dello sport Ruffini, viale Bistolfi 10, 10141 Torino (TO)
Ora: inizio ore 9:30, termine previsto ore 17:30
L'ingresso al palazzetto per gli spettatori sarà in ogni occasione gratuito.

Per ulteriori informazioni:
Mario Lamparelli
mfr.lamps@gmail.com
3357722544
http://eic2017.it/
http://confederazioneitalianakendo.it/

segreteria@kendo-cik.it
il 29 ottobre '17
CONCERTO DELL'AMICIZIA
Concerto di Gala dell’Associazione Giapponesi residenti nel Nord Italia: musicisti e cantanti giapponesi che risiedono in Italia e che sono membri dell’Associazione. “Il concerto dell’amicizia” si è tenuto per la prima volta nel 1996 presso il Teatro d’Arco, e, grazie al supporto di tutti i membri dell’Associazione, dei musicisti e di tante altre persone è stato confermato di anno in anno fino ad arrivare ai giorni nostri. Anche quest’anno l’evento vanta una cospicua presenza di artisti giapponesi, che si esibiranno per le due categorie di canto e musica strumentale.
Casa Verdi
P.za Buonarroti, 29 Milano

inizio concerto: ore 16:00- 18:00
(ingresso dalle ore 15:30)

Ingresso libero

Per informazioni Segreteria Nihonjinkai
tel. 02-4830.3500
fax 02-4830.3492
http://www.kitaitalia-nihonjinkai.it/

nihonjinkai@tiscali.it
il 29 ottobre '17
OPEN DAY DI ASSOCIAZIONE FUJI 2017
日本へようこそ!

L’associazione culturale italo-giapponese Fuji è lieta di presentare anche quest'anno l’Open Day a Brescia. L'evento si propone di illustrare le attività che l’associazione svolge durante l’anno e di introdurre, attraverso workshops, mostre e conferenze, alcuni aspetti della cultura tradizionale giapponese: Kitsuke – La vestizione del kimono, Sadō – La via del tè , Sōjidō la via della pulizia, Origami, Ikebana, Shodō – La calligrafia giapponese, cucina familiare giapponese, spada giapponese, corsi di lingua e tanti altri. Saranno allestiti anche uno stand relativo ai libri dell’Associazione Fuji, uno stand per informazioni sulla musica tradizionale e contemporanea, uno stand sulle bambole giapponesi e stand relativi ad altri aspetti della cultura del Giappone. Alla manifestazione collaborano anche diversi gruppi e associazioni con cui l’Associazione Fuji intrattiene costanti e fruttuosi rapporti. Un appuntamento da non perdere per condividere e consolidare sempre più l’amicizia tra due popoli distanti geograficamente ma da sempre vicinissimi nell’amore per l’arte e la cultura.
Chiostro S. Pietro in Oliveto
via del Castello 10, Brescia

Inizio alle ore 10.00 e conclusione in serata verso le 18.00

Ingresso Libero

http://www.fujikai.it/

info@fujikai.it
dal 28 al 29 ottobre '17
8° Campionato Italiano Karate Shotokan
- Japan Karate Association (J.K.A.)

Il Comitato Olimpico ha accettato la proposta del governo giapponese di introdurre 5 nuove discipline tra quelle già presenti alle Olimpiadi. Il Giappone ha scelto di inserire il baseball (sport nazionale che può vantare numerosi impianti sportivi), il karate (sport tradizionale legato alla cultura e alla storia nazionale) e 3 discipline per i giovani: skate, surf e arrampicata. Il karate tradizionale è quindi prossimo ad entrare tra le nuove discipline olimpiche a Tokio 2020. L’unica scuola di karate tradizionale riconosciuta dal Giappone è quella della Japan Karate Association, fondata nel 1949, costituita come organizzazione internazionale indipendente con oltre 150 paesi affiliati in tutto il mondo. L’Italia, grazie alla guida tecnica del Maestro Takeshi Naito, fondatore e Presidente della JKA Italia, può vantare un collegamento diretto con la JKA di Tokyo e questo rappresenta una grande opportunità per far conoscere profondamente la disciplina del karate shotokan tradizionale. Per il terzo anno consecutivo l’organizzazione dei Campionati Italiani si consolida grazie alla collaborazione dell’Organizzazione JKA, JKA Italia e dell’associazione sportiva Furyu Karate-do Modena. L’8° Campionato Italiano JKA è un evento sportivo che rappresenta una tappa annuale fondamentale sia per agonisti, tecnici ed arbitri, in quanto momento di verifica per tutti i praticanti del karate del lavoro svolto sotto la guida del Maestro T. Naito, sia per far conoscere e diffondere una disciplina sportiva meno praticata, che si rivolge a tutte le fasce di età, poiché “il karate si pratica tutta la vita” (Maestro Gichin Funakoshi). Il Campionato si articola su due giorni. Il 28 ottobre sarà dedicato ad approfondire l’aspetto tecnico e a condividere tra arbitri e responsabili tecnici le modalità e i criteri con cui verranno premiati i migliori atleti durante le gare che si svolgeranno il giorno seguente, il 29 ottobre, a Modena. Per sottolineare il forte legame con la cultura e la tradizione giapponese anche quest’anno è prevista un’esibizione di percussioni tradizionali giapponesi a cura del gruppo di studio Munedaiko guidato dal Maestro Mugen Yahiro.
28 ottobre: Maranello
Palestra "Messineo"
in via Fornace 32

14.30 ritrovo
15,00 - 16,00 Corso arbitri agonisti
16,00 - 18,00 allenamento

29 ottobre: Modena
Palazzetto dello Sport
via Canaletto 110/B

9.30 Eliminatorie
14.00 Finali
http://www.jkaitalia.it/
https://www.comune.maranello.mo.it/events

furyukarate-do@hotmail.com
il 23 ottobre '17
SUONI ANTICHI PER GLI OSPITI DI CASA VERDI
L’Associazione Fucina Italia organizza il concerto del celebre oboista giapponese Katsuya Watanabe nella prestigiosa casa di riposo per musicisti Giuseppe Verdi. Il musicista sarà accompagnato nelle sue performances da Klaidi Sahatci, Primo violino dell' Orchestra della Tonhalle di Zurigo e da tre musicisti della Filarmonica della Scala: Stefano Lo Re (Secondo violino), Simonide Braconi (Viola) e Sandro Laffranchini (Violoncello). In programma sono previsti brani di Bernhard Henrik Crusell:Divertimento C-Dur Op.9 Anton Reicha; Oboenquintett F-Dur Op.107. Katsuya Watanabe si è laureato in musica l’Università delle Arti di Tokyo. Dopo aver vinto il primo premio ed il gran premio al Japan Wind and Percussion Competition nel 1990 ha iniziato una brillante carriera come primo oboe in orchestre sinfoniche prestigiose quali la Sinfonieorchester Wuppertal, e orchestre di teatri d’opera quali lo Staatstheater Karlsruhe e Deutsch Oper Berlin; è primo oboe dei Solistes Europee Luxembourg. Docente di prestigiose masterclass, è professore ospite del Senzoku Gakuen College of Music.
Casa Verdi
P.za Buonarroti, 29 Milano

inizio concerto: ore 17.00

Contatto
Naoki Domitsu: cell. 3492687634
http://www.fucinaitalia.com/web/

dal 22 ottobre '17 al 29 gennaio '18
LE IMMAGINI DELLA FANTASIA 35ma
Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’Infanzia

La Mostra, giunta alla alla 35a edizione, offre un ampio sguardo sul mondo dell’illustrazione per l’infanzia e invita all’incontro con pubblicazioni di spicco per innovazione estetica e ricchezza narrativa. La Casa della fantasia accoglie ogni anno centinaia di illustratori, autori, editori, e migliaia di bambini, confermando il valore del libro illustrato come strumento di conoscenza e veicolo di bellezza. Momonoko Taro con i suoi tre compagni di avventura è l’icona dell’anno. È il bambino nato da una pesca, un miracolo come ogni nascita, nutrito dai genitori con le più buone focacce di miglio del Giappone, parte a caccia degli orchi che infine sconfiggerà! Storie dall’arcipelago sottosopra è la personale dedicata all’Ospite d’onore Philip Giordano, l’inizio di un viaggio che vedrà i visitatori intenti a esplorare il Giappone. Panorama è la collettiva di oltre 30 libri dal mondo. Tre sono i progetti nati appositamente per la Mostra: gli haiku di Bashō e Issa illustrati dalla Scuola, l’albo Mukashi Mukashi, fiabe dal Giappone edito da Franco Cosimo Panini e il Memory giapponese dedicato ai Mostri in serigrafia di Else. E infine, direttamente dal Giappone, c’è anche la mostra Nihon no Ehon: libri illustrati giapponesi, che sapremo leggere, sì, perché le immagini non conoscono barriere linguistiche. La Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’Infanzia, organizzata dal Comune di Sàrmede e dalla Fondazione Štěpán Zavřel, con il sostegno della Regione del Veneto, è la più ricca esposizione in Italia dedicata al libro illustrato per l’infanzia. La Mostra è nata grazie a Štěpán Zavřel, artista boemo nato nel 1932 a Praga e scomparso nel 1999 proprio a Sàrmede.
Casa della fantasia
via Marconi 2A Sàrmede (TV)

Contatti stampa:
Gabriela Jacomella
stampa@sarmedemostra.it
335 1830090
http://fondazionezavrel.it/

info@sarmedemostra.it
dal 20 ottobre al 2 dicembre '17
LA MISURA DELL’INESPRESSO
沈黙の尺度
Yamamoto Masao | Ettore Frani

La Galleria Paraventi Giapponesi - Galleria Nobili inaugura, il 19 Ottobre, La misura dell’inespresso, occasione in cui il lavoro del celebre fotografo giapponese Yamamoto Masao (Aichi, 1957) incontra la suggestiva pittura dell’artista italiano Ettore Frani (Termoli, 1978). La mostra, a cura di Matteo Galbiati, nasce per l’assegnazione a Frani di uno Special Project in occasione del Premio Arteam Cup 2016, di cui la galleria è stata partner, secondo l’espressa volontà dei galleristi di avvicinare, nel rispetto delle ricerche da loro condotte nei propri programmi espositivi, due universi artistici possibilmente commensurabili, come quelli dell’arte occidentale e orientale, giapponese nello specifico mandato della galleria stessa. Yamamoto Masao presenta sei fotografie dalla serie Shizuka, esposta in varie occasioni in diverse parti del mondo a partire dal 2012; Frani propone una serie di oli su tavola laccata, di varia dimensione, appositamente concepita per l’incontro con la fotografia del maestro giapponese.
Galleria Paraventi Giapponesi- Galleria Nobili
Via Marsala 4- Milano

Inaugurazione giovedì 19 /10 ore 18.00

Per info:
Telefono +39026551681
Raffaella Nobili +393396008358
Alessio Nobili +393480687073
http://www.paraventigiapponesi.it/

info@paraventigiapponesi.it
dal 14 al 22 ottobre '17
DONNE~ ママ
Questo progetto fotografico, realizzato dal Collettivoc13 di Venezia ed Arti Services di Osaka, vede tre giovani fotografe, due giapponesi: Ruriko Taniguchi e Jun kikai, ed una Italiana, Irene Zilio, immortalare volti di donne mentre sono intente al lavoro. Madri e allo stesso tempo donne al lavoro nel Giappone moderno, un mondo, nel nostro immaginario collettivo , lontano, frettoloso ,affascinante irraggiungibile. Madri e allo stesso tempo donne al lavoro nel Nord Est produttivo, in una terra ricca di storia ,di tradizioni e di valori a volte scordati. E' un susseguirsi di volti intenti al lavoro che esprimono la loro maternità, la famiglia, le aspettative.
Espressioni che in fondo avvicinano più che mai le due culture, storie che si incrociano e accomunano i problemi della vita quotidiana, di una società globale fin troppo produttiva che ruba un tempo prezioso.
La mostra è un momento a riflettere sull'importanza e il ruolo fondamentale che hanno le donne nella famiglia nel lavoro, nell'educazione, dove tutti noi ci dobbiamo impegnare a creare quelle regole per trovare un giusto equilibrio tra i ritmi della vita e la modernità.
“Spazio del Mirabolano” Forte Carpanedo - Venezia

Periodo mostra:
14-15, 21-22 Ottobre 2017
https://studiopeacock.wordpress.com/author/studiopeacock/

collettivoc13@gmail.com
dal 13 al 15 ottobre '17
IL PROFUMO DEL LOTO - A MANTOVA
Anche quest'anno l''Associazione culturale Ukigumo, letteralmente "nuvole fluttuanti"e la città di Mantova dedicano tre giornate alla cultura e arte giapponese con un programma ricco di appuntamenti con il Giappone tra i quali lezioni di ikebana, di lingua giapponese, shodo origami, trattamenti di Shiatsu a cura scuola Centro Studi Shiatsu Nagaiki - Lezione di Makko_ho e Do-In, automassaggio e ginnastica energetica, mostre, conferenze, laboratori, workshop e tanto altro ancora.
Mantova: GAZEBO INFORMATIVO PIAZZA MARCONI
dalle ore 10,00 alle ore 20,00
Iscrizioni, Prenotazioni e Informazioni sulla Manifestazione
Contatta la segreteria per maggiori informazioni:
Tel. 3381242085

Per info:
Ukigumo
Telefono: 338 1242085
Indirizzo: Via Santa Marta 7 - 46100 Mantova
http://www.ukigumo.it/manifestazioni/profumo-del-loto-2017-mantova/

info@ukigumo.it
dal 7 al 21 ottobre '17
HOKUSAI. 100 VEDUTE DEL FUJI. Cento modi per parlare di Dio senza mai nominarlo
La mostra, a cura di Bruno Gallotta e Alberto Moioli, è dedicata al capolavoro del Maestro Hokusai, frutto della ricerca e della collezione di Bruno Gallotta.
L’esposizione consiste in 102 immagini accompagnate da didascalie che mirano ad offrire un’innovativa chiave di lettura di stampo teologico impostata sui caratteri giapponesi “FU NI”, usati da Hokusai per definire il monte Fuji. Proprio per questo motivo la mostra, che si avvale di una cornice espositiva di grande fascino come le Scuderie di Villa Borromeo d’Adda di Arcore, assume una valenza considerevole. E’ infatti la prima volta, pur nella lunga storia espositiva di questa opera, che tale interpretazione viene chiaramente esplicitata.La mostra nel 2016 è stata presentata dal Comune di Piacenza, con la Biblioteca Passerini Landi, nell’ambito di “Ottobre Giapponese”, rassegna culturale con cui la Città ha celebrato i 150 anni di relazioni tra Italia e Giappone. Inaugurata dal Console giapponese in Italia, successivamente visitata dall’ambasciatore italiano in Giappone, è stata inserita dall’apposito Comitato nelle celebrazioni ufficiali di questo storico evento. L’evento espositivo si avvale di una serie di appuntamenti di grande spessore, pensati per offrire al pubblico la possibilità di approfondire l’argomento. Saranno ospitati durante la mostra Giuseppe Jiso Forzani (8 ottobre), Bruno Gallotta (14 ottobre) e Ornella Civardi con un reading di poesie giapponesi con l’accompagnamento musicale al violoncello di Alexander Zyumbrovskiy (21 ottobre)
Scuderie di Villa Borromeo d’Adda di Arcore
- Largo Vela 1

Inaugurazione
Sabato 7 ottobre alle ore 17.00
Con la straordinaria partecipazione del Gruppo Celeste Loto per un concerto vocale di canti di folklore della tradizione giapponese. Ingresso libero

Orari d’apertura: Sabato e Domenica dalle 10.00 alle 19.00

Per ulteriori informazioni e richiesta immagini per uso stampa
Alberto Moioli
+39 349 05 22 793
Comune di Arcore Assessorato alla Cultura
Informazioni: 039.60.17.353
http://www.comune.arcore.mb.it/

moiolipressoffice@gmail.com
Serviziculturali@comune.arcore.mb.it
dal 6 al 8 ottobre '17
ITO OKASHI / mostra di calligrafia di artisti giapponesi
Si svolgerà a Milano “Ito okashi (molto interessante)”, mostra calligrafica di artisti giapponesi. Di seguito gli artisti partecipanti:
Asahata Yumiko 麻畠由美子
Hatanaka Sachiyo 畠中幸代
Kamata Seishu 鎌田惺舟
Kono Masui 河野麻水
Genmyo 玄妙
YUZURU 結鶴
Nomura Chouseki 野村澄石
Ohata Mio 大畠澪
Ohata Kougyoku 大畠恒玉
Kashou 華翔
Okawa Tsuguhisa 大川皓久
Okuma Koei 大隈香瑩
Otsuka Nobuko 大塚延子
Sakanaka Noriko 坂中典子
Takizawa Mighiwa 滝沢 汀
Yamamoto Yuusai 山本遊采
Circolo filologico Milanese, via Clerici 10

inaugurazione ven. 6 alle 18
Venerdì dalle ore10 alle 20
Sabato dalle ore 10 alle 19
Domenica dalle ore10 alle 17 chiusura


workshop:
sabato 8
corso 1 dalle 10,30 alle 11,30
corso 2 dalle 16,30 alle 17,30
ogni corso è aperto ad un massimo di 5 persone
con prenotazione obbligatoria entro il 30 Settembre a nobukovb@live.jp

Domenica 8/10 alle 11,00
performance di calligrafia del maestro Okawa Tsuguhisa
nobukovb@live.jp
dal 4 al 29 ottobre '17
THE YOKOHAMA PROJECT 1867-2017
INAUGURA PALAZZO LITTA CULTURA. SCORCI DEL GIAPPONE ATTRAVERSO FOTOGRAFIA, MUSICA E CINEMA.Le diverse arti s'incontrano nel ricco programma di ottobre: in palinsesto la mostra di Giada Ripa The Yokohama Project 1867-2017, i concerti di Midori Takada e Damo Suzuki e la rassegna Cinematographic Journey- Visioni Giapponesi. Palazzo Litta Cultura, il nuovo spazio culturale per Milano ideato dal Segretariato Regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT) per la Lombardia e da MoscaPartners, con il patrocinio del Comune di Milano, inaugura la stagione con uno sguardo sul Giappone, sui suoi silenziosi paesaggi, sulle leggende, sulla semplicità delle forme, sui mestieri e sui volti, sui ritmi e sulla musicalità dell’affascinante arcipelago nell’Oceano Pacifico. Il 4 ottobre Palazzo Litta Cultura porterà a Milano la mostra The Yokohama Project 1867-2017 di Giada Ripa, curata da MIA Photo Fair Project, immaginaria conversazione sull’estremo Oriente tra gli artisti Giada Ripa, Mathilde Ruinart e Felice Beato. Due i concerti a cura di Ponderosa Music&Art: nel cortile di Palazzo Litta il 3 ottobre si esibirà la compositrice e percussionista Midori Takada e il 13 ottobre è in programma il concerto del cantante e chitarrista Damo Suzuki, preceduto dalla proiezione Neverending, documentario sull’artista firmato da Francesco di Loreto. Un vero e proprio viaggio in terre lontane che si concluderà il 28 e 29 ottobre con la rassegna Cinematographic Journey. Visioni Giapponesi, curata da esterni.
Palazzo Litta, Corso Magenta, 24-Milano

3 ottobre: Inaugurazione con concerto della compositrice e percussionista Midori Takada (su invito)

Ufficio stampa Palazzo Litta Cultura
Rota&Jorfida | Communication and PR
Alessandra Ghinato
M. +39 331 90 52 535
alessandra@rotajorfida.com
Via Palermo, 1 20121 Milano
T. +39 02 39 29 76 76
press@rotajorfida.com
www.palazzolittacultura.org

info@palazzolittacultura.org
dal 30 settembre al 1 ottobre '17
AUTUNNO GIAPPONESE
Language Master Academy è lieta di annunciare che si terrà presso la Villa Cicogna Rampana di Palazzolo sull’Oglio (BS), la prima edizione dell’evento Autunno Giapponese, un’occasione imperdibile per vivere da vicino la cultura del Paese del Sol Levante e toccare con mano tradizioni millenarie.
L’evento, ricco di appuntamenti, comprende mostre dimostrazioni e workshops e ha finalità benefiche: il ricavato verrà, infatti, devoluto alla Croce Rossa Giapponese e alla Croce Rossa italiana, rispettivamente per sostenere i disagi derivanti dal terremoto di Fukushima e il più recente e vicino terremoto della Val Nerina e per suggellare in modo concreto il sodalizio tra Italia e Giappone.
Palazzolo s/O BRESCIA Villa Cicogna Rampana, via Garibaldi, 24.

Ingresso a offerta libera

Per informazioni: - Language Master Academy
- cell. 338 5488433
http://accademialingue.it/autunno-giapponese/

info@accademialingue.it
dal 30 settembre al 1 ottobre '17
CERIMONIA DI INAGURAZIONE / MUSEO DI ARTE ORIENTALE - COLLEZIONE MAZZOCCHI
Il Presidente e il Consiglio della Fondazione Pompeo e Cesare Mazocchi Onlus sono lieti di presentare due giornate ricche di eventi a tema nipponico per celebrare l'inaugurazione del Museo d'Arte Orientale - Collezione Mazzocchi. Il giorno 30 avrà luogo la Presentazione del libro "La storia di un albero di kaki" a cura di Rosario Manisera, pres. onorario dell'Associazione Fuji seguita dalla proiezione del documentario e storia della famiglia Mazzocchi. Si terrà poi una dimostrazione di Iaido/Iaijutsu della scuola Hōki Ryū a cura dello Shinbu KaiORE 17.30: Taglio del nastro alla presenza delle autorità (con la banda cittadina che suonerà gli inni italiano e giapponese)
Coccaglio (BS) via madre Teresa di Calcutta, 2

30 settembre 2017
16:00: Cerimonia di inaugurazione
17.30: Taglio del nastro alla presenza delle autorità (con la banda cittadina che suonerà gli inni italiano e giapponese)
18.00: Visita guidata gratuita al Museo
18.30: Brindisi e Rinfresco
http://www.comune.coccaglio.bs.it/cittadino/cultura/evento/apertura-del-museo-darte-orientale-collezione-mazzocchi
dal 30 settembre al 1 ottobre '17
MILANO SAKE FESTIVAL
L’evento, che giunge alla sua quarta edizione, vedrà la partecipazione di produttori, importatori e distributori giapponesi di Sake, whisky giapponese e Shōchū, per un totale di oltre 100 etichette, che si potranno degustare gratuitamente o acquistare allo shop. Il Milano Sake Festival si rivolge a gourmet e appassionati di enogastronomia e di cucina giapponese, agli operatori della ristorazione (Chef, Sommelier, Barman) e distribuzione, a stampa e blogger di settore. Dalle 14:00 al primo piano di Cascina Cuccagna troverete in esposizione e degustazione centinaia di etichette di sake, Shōchū e whisky giapponesi da assaggiare e acquistare. Dalle 19:00 apre la terrazza col sushi bar e proseguono le degustazioni ai tavoli per una lunga “sake night”.
Cascina Cuccagna, via Priv. Cuccagna, 2
m3 ROMANA o LODI
http://www.milanosakefestival.it/
https://twitter.com/laviadelsake

laviadelsake@gmail.com
dal 29 settembre al 1 ottobre '17
UNO SGUARDO VERSO IL SOL LEVANTE
Questo Festival di arti e cultura giapponese, a cura dell’associazione di cultura giapponese Yamato in collaborazione con il Collegio Mellerio Rosmini scral, sarà il primo evento di cultura giapponese nella città di Domodossola.
Il territorio dove si terrà il festival attrae da sempre visitatori italiani e stranieri, per la naturale vocazione turistica e commerciale. In particolare il Collegio Mellerio Rosmini in quanto istituto alberghiero da anni realizza corsi di cucina italiana per studenti giapponesi. Inoltre ospita corsi di lingua e di pittura ad inchiostro giapponese.
Nasce così un evento che possa presentare ad un pubblico sempre più ampio alcune delle più rappresentative espressioni dell’arte e della tradizione giapponese.
Lo Storico Collegio Mellerio Rosmini apre al pubblico l’ottocentesca biblioteca, il chiostro ed i saloni adibiti ad aule.
Domosossola (VB)

L’evento sarà ad ingresso gratuito.
Orari apertura mostre:
(10.00 - 13.00/15.00 -18.00)
https://www.facebook.com/yamato.casale/

yamato.casale@gmail.com
dal 24 al 25 settembre '17
FESTIVAL DEL BONSAI- piante fiori & sapori
La manifestazione, organizzata dal Comune di Andora in collaborazione con l'Associazione Culturale Drynemetum, comprenderà, come nelle edizioni precedenti, una mostra nazionale, con partecipazione estera, di circa 40 tra bonsai e suiseki (pietre paesaggio), dimostrazioni/conferenze di varie arti Giapponesi tra le quali Kendo – Shiatsu - Shodo - Sumi-e - Origami - Ikebana - Kamishibai (antico teatrino itinerante Giapponese) - Kusamono (bonsai di erbacee) - Bonsai - Suiseki. Nella tensostruttura, oltre a conferenze e dimostrazioni, si terrà un concorso di tecniche bonsai a cui parteciperanno circa 12 club provenienti da parecchie regioni italiane, da Montecarlo, e dalla Francia. All'interno del Parco delle Farfalle saranno presenti circa 40 spazi espositivi di bonsai, piante, fiori, attrezzi, vasi, ceramiche e tutto ciò che riguarda il mondo bonsai; tali espositori provengono da ogni parte d'Italia e dalla Francia.
Presso gli stand allestiti per l'occasione sarà possibile degustare e acquistare pregiati e gustosi prodotti tipici locali. Per tutta la durata della manifestazione la locale Pro Loco curerà il servizio ristoro e la cena conviviale del sabato sera dove saranno consegnate le targhe e i vari premi; suddetta cena, si terrà all'interno del Parco delle Farfalle, sarà aperta a tutti e sarà allietata da momenti di intrattenimento musicale.
Parco delle Farfalle – Andora (SV)

L'ingresso alla mostra, la partecipazione a conferenze, dimostrazioni sono gratuite.

Per Info: - Giancarlo Pezzoni- Associazione Drynemetum
- cell. 348.0975524
https://www.facebook.com/events/490501801118580
https://www.facebook.com/groups/90087616850/

giancarlo136@alice.it
dal 23 settembre '17 al 21 gennaio '18
ARCHIVI 2. IL GIAPPONE ALLA GAM: 1960- 1962
OMAGGIO A SOFU TESHIGAHARA

Questa mostra, a cura di Gregorio Mazzonis e Maria Teresa Roberto, intende focalizzare l'attenzione su due tra le numerose iniziative che, tra il 1958 e il 1962, fecero di Torino uno dei luoghi cardine per la conoscenza in Europa delle ricerche degli artisti giapponesi contemporanei: l'installazione Ikebana realizzato nel 1960 da Sofu Teshigahara nel giardino della Galleria d'Arte Moderna da poco inaugurata, e la mostra Strutture e Stile ideata da Michel Tapié e ospitata dal museo nel 1962. Nel 1957 il critico d'arte francese Michel Tapié - che dal 1956 si era stabilito a Torino - conobbe, in occasione di un viaggio in Giappone, gli artisti d'avanguardia del gruppo Gutai di Osaka e nell’aprile dell’anno successivo organizzò, nell’ambito del Festival Internazionale di quella città, la mostra The International Art of a New Era. Informel and Gutai. Fu in questa occasione che conobbe Sofu Teshigahara, fondatore della Scuola di Ikebana Sogetsu di Tokyo, grande innovatore della antica tradizione dell’Ikebana.
A pochi mesi dall’inaugurazione della nuova sede della Galleria Civica d’Arte Moderna, Sofu Teshigahara venne dunque invitato a Torino ad allestire nel giardino del museo un monumentale Ikebana realizzato con tronchi e cortecce d’albero, intitolato Felicitazioni e presentato al pubblico il 14 luglio del 1960. In collaborazione con il gallerista torinese Luciano Pistoi, Tapié aveva intanto iniziato a far conoscere in Italia e in Europa, partendo da Torino, l’arte contemporanea giapponese. Per ricordare l'Ikebana di Sofu Teshigahara del 1960, il Northern Italy Study Group della Scuola Sogetsu guidato dal direttore Mario Sonsini, realizzerà nel giardino del museo, con la collaborazione di un gruppo di studenti dell’Accademia Albertina di Torino e dei Licei Cottini e Primo Liceo Artistico (Ars Captiva) una nuova installazione d’Ikebana monumentale dal titolo "Sasageru", "Omaggio" (献げる) realizzata con cortecce d’albero, rami, fogli di ottone e rame in omaggio al grande artista giapponese.
Inoltre saranno esposte le fotografie originali dell’inaugurazione di Felicitazioni, ritrovate durante le ricerche d’archivio, insieme a una cronologia appositamente redatta e intitolata Giappone / Torino. 1958 - 1964.
GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino
Via Magenta, 31
0114429518 - 0114436907

Inaugurazione: Sabato 23 settembre ore 18

Ufficio stampa
Daniela Matteu
t. 011 4429523 – m. 348 7829162
www.gamtorino.it
gam@fondazionetorinomusei.it

daniela.matteu@fondazionetorinomusei.it
dal 23 settembre al 18 novembre '17
KAIMAMI 垣間見 - Visioni sul Giappone in penombra
Dopo l’evento del 2016 “Kimi ga yo – Incontri sul Giappone tra tradizione e mutamento”, la città di Maranello dedica un’altra rassegna di approfondimento della cultura giapponese. La sede degli incontri sarà sempre il Mabic, la biblioteca realizzata nel 2011 su progetto originale dell’architetto giapponese Arata Isozaki che unisce modernità di forme e materiali ed elementi stilistici classici dell’architettura giapponese.
“Kaimami” è l’atto dello spiare dalle fessure dei pannelli scorrevoli della casa tradizionale giapponese; era una pratica diffusa tra i nobili in epoca Heian (794-1185) e anche in età successive. I nobili uomini dall’esterno spiavano le donne all’interno delle stanze delle dimore nobiliari, le ammiravano, se ne invaghivano. “Kaimami 垣間見 - Visioni sul Giappone in penombra” è un ciclo di cinque incontri per approfondire lo sguardo sul Giappone e la sua cultura, proprio come “spiando” il Sol Levante dalla fessura di un pannello scorrevole di una delle sue case tradizionali per conoscere aspetti che raramente si palesano all'esterno.
MABIC- Maranello Biblioteca Cultura, Via Vittorio Veneto, 5 Maranello (MO)
per contatti: tel. 0536240028

Calendario degli incontri
23 Settembre ore 18.00
Gokaidō. Viaggio sulle antiche strade del Giappone tra ieri e oggi
7 Ottobre ore 18.00
Onsen: La cultura dell’acqua in Giappone
28 Ottobre
Yūrei: Fantasmi e oscure presenze nella cultura del Giappone
4 Novembre
Shashin: I grandi fotografi giapponesi 18 Novembre
Matsuri: L’anno giapponese scandito da tradizioni e riti antichissimi
http://www.comune.maranello.mo.it
www.higashishinbun.blogspot.com
biblio.maranello@cedoc.mo.it
dal 23 al 24 settembre '17
ITALIAN KOI SHOW - L'arte del giardino giapponese
Cesena tornerà ad ospitare il Giappone con la quarta edizione di Italian Koi Show, l’evento dedicato alle Carpe Koi, alla magica arte del Bonsai e alla cura del giardino ornamentale.Come ogni anno il momento più atteso sarà il concorso di bellezza dedicato alle Carpe Koi, pesci giapponesi così colorati e belli da essere considerati “ornamentali”; saranno i membri del Belgium Koi Society a formare la giuria del contest, in particolare i giudici Rudi Van Den Broec e Frederick Coosemans. Novità di quest’anno sarà l’esposizione di Medaka, il piccolo pesce colorato che popola le risaie di Giappone, Cina, Corea e Vietnam; essendo disponibile ed allevato da pochissimi anni nel nostro Paese, questa esposizione è la giusta occasione per ammirarne la grazia e le forme ornamentali.
Saranno numerosi gli ospiti che, con le loro esperienze e le loro passioni, ci faranno immergere completamente nella misteriosa cultura del Sol Levante. Fra questi troviamo un abile artista giapponese residente da vent’anni in Italia, che terrà un corso di Sumi-e, l’arte che rappresenta l’armonia attraverso l’uso di inchiostro, acqua e carta. Anche i più piccoli potranno conoscere l’affascinante cultura del Sol Levante partecipando ad attività a misura di bambino come dimostrazioni-gioco di Judo o Kendo, laboratori di fumetti e lingua giapponese, giochi tipici come Origami e Kamishibai, e molto altro ancora!
Ippodromo di Cesena

Sabato 23/09: 9.00 - 20.00
Domenica 24/09: ore 9.00 - 19.00
www.italiankoishow.it
italiankoishow@gmail.com
dal 22 al 24 settembre '17
VENETI HANA/ Ikebana e Ceramica a Venezia
Per festeggiare l'arrivo dell'autunno anche quest'anno il collettivo C13 in collaborazione con Ikebana Ohara Chapter Venezia organizzerà un evento dove verranno esposte 15 composizioni di Ikebana con vasi appositamente creati per la mostra dai ceramisti, membri del Collettivo C13. Gli artisti realizzano opere avvalendosi di tecniche della ceramica tradizionale giapponese, apprese sotto la guida del maestro Nomura Shogoro e grazie alla intensa collaborazione avviata da diversi anni con gli allievi artisti giapponesi del maestro, con cui i membri del Collettivo C13 hanno esposto affermando la loro attività artistica sia in Italia che all'estero, più precisamente in città quali Padova, Venezia, Milano, Bologna, Osaka, Noda, Kyoto, Ubud Bali, Takamatsu, Firenze, Copenhagen. L'evento è giunto alla seconda edizione. La prima, tenutasi nel 2016, dal titolo "Fronde" fu ospitata presso la Scoleta dei Calegheri a Venezia.
Spazio di Mirabolano- Forte Carpenedo- Venezia
https://studiopeacock.wordpress.com/spazio-del-mirabolano/
collettivoc13@gmail.com
dal 19 settembre al 26 ottobre '17
SHIBUI Keiji Ito, Kazuhito Nagasawa
Officine Saffi e Galleria Monopoli sono liete di presentare SHIBUI, una doppia mostra - entrambi gli artisti nelle due sedi - dedicata agli ultimi lavori di Keiji Ito (Toki, 1935) e Kazuhito Nagasawa (Osaka, 1968).
Il titolo della mostra - Shibui - si riferisce ad un particolare principio estetico giapponese che coniuga le caratteristiche contrastanti di ruvidità e raffinatezza. Il termine Shibui venne utilizzato a partire dal periodo Muromachi (1336-1573) per descrivere il gusto astringente dei cachi acerbi. Più tardi, lo stesso termine venne associato a un particolare canone estetico usato per riferirsi a qualsiasi cosa ritenuta bella proprio nel suo essere essenziale, priva di particolari elaborazioni. Il fascino di un oggetto shibui sta proprio in questo suo essere una forza trattenuta, una bellezza nascosta, da scoprire poco a poco, su cui soffermarsi per lungo tempo anche se basta solo un attimo per intuirla.
Officine Saffi, via Saffi 7

Doppia Inaugurazione:
martedì 19/09 18.30-21.00 (da confermare): Galleria Monopoli, via Ventura 6
martedì 26/09 18.30-21.00: officine saffi

Corso di introduzione al kintsugi, tenuto da Iku Nishikawa
- presso Officine Saffi a Milano
- 21 ottobre 2017
- Per info: 0236685696
www.officinesaffi.com
info@officinesaffi.com
dal 15 al 17 settembre '17
RADUNO INTERNAZIONALE DEL BONSAI & SUISEKI
Un viaggio alla scoperta del Bonsai e Suiseki attraverso la cultura, le tradizioni e le antiche discipline orientali. Il programma è ricchissimo di appuntamenti con la partecipazione di grandi esperti del Bonsai e dell'arte Vasaia, e ospiti prestigiosi alla Crespi Cup 2017, quali i maestri Kunio Kobayashi, Nobuyuki Kajiwara e Daisaku Nomoto. E non solo, Edoardo Rossi, Gaetano Settembrini, Giacinto Andrioli e Igor Carino cureranno conferenze, dimostrazioni, corsi e workshop aperti al pubblico. In programma anche lezioni specifiche sull’avvolgimento e il trapianto, a cura del maestro Nobuyuki Kajiwara, di Gaetano Settembrini e degli allievi dell’Università del Bonsai. Per tutto il periodo della manifestazione sarà possibile partecipare a visite guidate al Crespi Bonsai Museum a cura degli allievi dell’Università del Bonsai. Inoltre si terranno dimostrazioni di chazen a opera di Rie Takeda della scuola Urasenke e degustazione di dolcetti giapponesi con Yukiko Okabayashi.
Crespi Bonsai- C.so Sempione 35, 20015 Parabiago (MI)
Venerdì 15 settembre: dalle 18.30 alle 23.00
Sabato 16 e domenica 17 settembre: dalle 9.00 alle 19.00
www.crespibonsai.com
info@crespibonsai.com
dal 9 al 10 settembre '17
KŌRYŪKAI - ARTI MARZIALI A CAZZAGO SAN MARTINO
Lorenzo Quaresmini di Shinbu Kai, Roberto Scazzariello di ArteRaku.it, Damiano Gandossi Assessore alla Cultura e Alessandra Rubagotti, responsabile della Biblioteca del Comune di Cazzago San Martino (Bs), con la collaborazione di appassionati italiani con esperienza e cultura marziale come Claudio Regoli, Costantino Brandozzi, Sandro Furzi, organizzano la seconda edizione di Kōryūkai, con due week end (2- 3 /9 -10 settembre) dedicati alla cultura nipponica e con una serie di eventi che vedranno protagonisti artisti e delegati ufficiali di antiche Scuole di Arti tradizionali giapponesi.
Il nome dell'evento trae origine dal termine kōryū, scritto con i kanji 交流, che significa “scambio tra scuole, scambio culturale” e l’omofonia con koryū 古流 “antiche scuole” è volutamente proposta.
Cazzago San Martino (Brescia)
- Palazzo Rizzini (Mostre, workshop e conferenze)
- Palazzetto dello Sport (KOBUDO– ENBU TAIKAI Esibizione di tredici Scuole Antiche di Arti Marziali Tradizionali Giapponesi)
http://www.koryukai.it/
info@koryukai.it
dal 29 al 30 luglio '17
TAKAYAMA UKON - Il Re beato- o la spada o l’amore
La Società Opera di Tokyo nel 1992 eseguì in Vaticano alla presenza di Papa Giovanni Paolo II alcuni canti dell’Opera “I giovani dimenticati – l’Ambasciata in Europa dell’era Tensho.” In quell’occasione il Papa incoraggiò l'associazione con queste calde parole: “Con quest’Opera voi lavorate per la pace nel mondo”.
La nuova Opera “Takayama Ukon” è frutto della collaborazione tra Giappone-Filippine. L’originale si deve allo scrittore cattolico Kaga Otohiko e la musica al famoso compositore filippino Padre Manuel Maramba, su libretto di Ishita Edoardo direttore della Società Opera di Tokyo. Fu sponsorizzata dall’Ambasciata Filippina di Tokyo con il sostegno del Centro Cattolico di Tokyo. Alla prima esecuzione di Tokyo furono presenti i principi Akishinonomiya, il primo Ministro di quel tempo e altri illustri personaggi che furono prodighi di elogi. Quest’anno, in occasione della Beatificazione di Takayama Ukon, fu riveduta e ampliata a 90 minuti, in modo da essere eseguita più facilmente anche in italiano.L’anno scorso fu presentata in Portogallo al Festival Musicale Estoril come esecuzione principale, e in quell’occasione su suggermento dell’Ambasciatore Rino Passigato, l'associazione decise di farla vedere a Papa Francesco, mettendo a punto il programma e facendogli assumere la veste attuale.Il forte messaggio del Vangelo per la pace: “Chi di spada ferisce, di spada perisce”, viene ripetuto continuamente come canto di fondo. E le parole “Posate la spada e date la mano: i poveri sono con Dio” del testamento di Takayama Ukon che, continuando a lavorare per i lebbrosi, fu esiliato a Manila, diventano nel finale un coro possente.
sabato 29 luglio dalle ore 21,00
Auditorium di Cerro Maggiore
- Via Boccaccio, 2 Cerro Maggiore (MI)

domenica 30 luglio dalle ore 20.00
Villa Paradeisos
- Via dei Campigli, 34 Varese
http://www.comune.cerromaggiore.mi.it/po/mostra_news.php?id=930&area=H

http://www.villaparadeisos.it/gli-eventi/
info@villaparadeisos.it
dal 28 luglio al 1 ottobre '17
PER UN FILO DI SETA- 1867, l’ITALIA IN GIAPPONE
La mostra, a cura di Teresa Ciapparoni La Rocca, è dedicata all’apertura dei rapporti fra Italia e Giappone nella seconda metà del 1800, quando militari, diplomatici e commercianti, per lo più piemontesi e lombardi, affrontarono le difficoltà del viaggio e di un paese dove erano in atto rivolgimenti politici e sociali che lo resero da feudale a moderno in un quarto di secolo. Di particolare interesse sono le testimonianze lasciate da alcuni setaioli piemontesi procacciatori di seme-bachi, ossia uova di baco da seta, che in quegli anni sfidarono innumerevoli difficoltà per difendere il prestigio dell’industria serica italiana. Tra questi vanno ricordati il Cav. Pietro Savio di Alessandria e Giovanni Battista Imberti di Racconigi che scrissero rispettivamente un prezioso diario e una raccolta di memorie.Straordinario rilievo ebbe la figura di Vittorio Sallier de La Tour, che raggiunse il Giappone nel 1867 e vi rimase fino al 1870 stabilendosi a Yokohama - uno dei pochi porti aperti all’esterno in un Giappone che lentamente stava uscendo da secoli di isolamento. Lungo il percorso di visita, a guidarci alla scoperta di quelle vite avventurose, troveremo vecchie fotografie, immagini dell’Imperatore Meiji, xilografie (in uno splendido nishiki-e è raffigurato l’arrivo della delegazione italiana guidata da Sallier de La Tour a Maebashi nella Prefettura di Gunma) disegni (bellissimi gli schizzi di Madame Sallier de La Tour ritraenti le persone che incontrò nel 1869), porcellane e documenti inediti concessi dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, compreso il primo trattato di commercio e amicizia italo-giapponese. La mostra, nata in collaborazione con MAO Museo d’Arte Orientale e Link Japan 4 Events, è inserita nelle celebrazioni ufficiali del 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia. Con il patrocinio di Ministero degli Affari Esteri, Cooperazione Internazionale, Fondazione Italia Giappone, Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi, Società Geografica Italiana.
MAO Museo d’Arte Orientale
- Via San Domenico 11, Torino

Inaugurazione: giovedì 27 luglio ore 18.00
Tariffe:
Intero € 10
ridotto € 8
gratuito fino ai 18 anni e abbonati Musei Torino Piemonte

Ufficio stampa: Raffaella Bassi
tel. 011 4436919 | 340 3739197
http://www.fondazionetorinomusei.it
mao@fondazionetorinomusei.it
raffaella.bassi@fondazionetorinomusei.it
il 7 luglio '17

TANABATA 2017
La festa delle stelle innamorate- Miti e leggende del Sol Levante

Chiara Pasqualini in occasione del Tanabata, una festa legata alle stelle che si celebra in Giappone ogni anno il 7 luglio, narrerà miti e leggende legati al cielo nella tradizione giapponese. L'evento è organizzato dal Planetario di Milano, in collaborazione con l'associazione LOfficina e il Planetario Gingaza di Tokyo. A spiegare il significato del Tanabata saranno, infatti, proprio i rappresentanti del Planetario Gingaza di Tokyo, attraverso un video della durata 15 minuti preparato appositamente per il Planetario di Milano. Inoltre verranno mostrate delle animazioni prodotte da Ryo Kasuga direttore del Planetario Gingaza, in particolare in questa edizione sara' mostrata per la prima volta un'animazione su Kaguya hime, la principessa venuta dalla luna, appositamente disegnata dall'artista mangaka Nomura=PorePore. Questa collaborazione crea l'opportunità di uno scambio culturale tra Italia e Giappone attraverso le stelle, in un cielo condiviso.
Civico Planetario di Milano "U. Hoepli"
- Corso Venezia, 57

Orario conferenze:ore 21,00
E’ previsto un ingresso di Biglietto
intero 5,00€
ridotto 3,00€ (fino a 18 anni edopo i 65 anni) .
https://www.comune.milano.it/planetario/
www.labofficina.it
info@labofficina.it
dal 1 al 2 luglio '17
NIPPONBASHI MATSURI 2017
Il Nipponbashi, festival sulla cultura giapponese, torna a colorare Treviso di sfumature tradizionali nipponiche. Ormai immancabile appuntamento, sempre più atteso da tutti gli amanti degli usi e costumi del Sol Levante, si svolgerà nel centro storico della città. Giunto alla settima edizione, quest’estate il Nipponbashi si rinnova, già a partire dal nome. Si chiamerà infatti NIPPONBASHI MATSURI. Il Matsuri (祭), nella tradizione giapponese è una festa che si ripete ogni anno, nello stesso periodo in un luogo preciso e con un tema specifico. Durante il Matsuri la gente si riversa nelle strade e nei parchi a seguire le tipiche sfilate, anticamente legate alla sfera religiosa, che contano migliaia di partecipanti. Come in Giappone, così anche Treviso avrà il suo Matsuri e il fulcro dell’evento sarà rappresentato dalla MARCIA DEI 100 SPETTRI, la sfilata che da tre anni attira in città centinaia di giovani che incarnano le sembianze di spiriti e spettri protagonisti di antichissime leggende nipponiche. La spiritualità e gli esseri ad essa connessi sono i temi di questa edizione del Nipponbashi Matsuri. Per tutto il fine settimana verranno narrate ininterrottamente storie di spiriti sia tradizionali che inedite, anche con l’ausilio di attori e attrici capaci di far venire i brividi. L’espediente della narrazione continua di leggende risponde a un nome ben preciso nella cultura nipponica: HYAKUMONOGATARI KAIDANKAI (100 storie di spettri). Durante i giorni del festival si susseguiranno conferenze, workshop (tra i più attesi quelli di legatoria e di bondage giapponese) , un concorso di scrittura ad hoc sul tema degli spiriti, e si potrà partecipare a degustazioni di prelibati piatti di street food made in Japan.
Associazione Culturale Nipponbashi
Via San Nicolò 15

Tel. Associazione c/o negozio Ikiya: 0422 583130
Cellulare staff: 391 1867786
http://www.nipponbashi.it/
https://www.facebook.com/nipponbashi/
info@nipponbashi.it
dal 28 giugno al 15 luglio '17
CONNECTING SEA - ONDE, 4 EDIZIONE
MOVING BODIES FESTIVAL BUTOH E PERFORMANCE ART

Il Moving Bodies fa tappa a Torino dopo l'edizione di Dublino che si è tenuta con grande successo nel Centro Nazionale della Danza di Dublino - Dance Ireland, dal 20 al 22 aprile 2017. Il Festival è realizzato in collaborazione con Dance Ireland, il Teatro Espace, la C.S.D Compagnia Sperimentale Drammatica. Il Moving Bodies Festival si presenta, anche per questa edizione, come una piattaforma che mette in relazione la danza Butoh con altre forme performative affini nel sentire artistico quali la Performance Art.
All'edizione 2017 di Torino parteciperanno per la danza Butoh artisti di fama internazionale quali il maestro Masaki Iwana che chiuderà il Festival sabato 1 luglio con una sua performance, oltre naturalmente agli stessi curatori Edegar Starke ed Ambra G. Bergamasco (il 28 e il 30 giugno) e Enrico Pastore (30 giugno). Per la Performance Art in programma i nomi di Francesca Arri (il 30 giugno con i partecipanti al workshop performance corale) Eleanor Lawler, Sinead Keogh e Chiara Burgio con Francesca Kezich e Margherita Tosi.
"Connecting Sea – Onde", tema di questa quarta edizione, è una riflessione sulla contemporaneità, dedicata alle complesse vicende legate al mare e ai territori che mette in relazione. Oggi, nel nostro quotidiano, il mare è portatore di storie e di nuove vite. Come onde, alcune si frastagliano violentemente davanti ai nostri occhi, altre invece diventano connettori generando relazioni tra paesaggi e persone, creando così l'opportunità di scoprire nuovi mondi e nuove relazioni.La Performance Art nasce tra gli anni 60-70, prende spunto e si lascia influenzare da correnti artistiche come il Dadaismo (che ha avuto grande ascendente anche sul Butoh). E' un'espressione artistica molto diretta, senza compromessi che similmente alla danza Butoh porta in scena uno spaccato della realtà nel quale le azioni sono dirette, del quotidiano, ripetute. Il corpo è presente anche nella sua assenza, si gioca con il ritmo e con il tempo.
Teatro Espace di via Mantova 38 - Torino

inaugurazione mercoledì 28 giugno:
Aperitivo alle ore 20.30 e a seguire alle ore 21 “The Black Sea”, una performance art di Sinead Keogh ispirata alle “Onde”, tema di questa edizione del Festival.

Contatti : Direttrice Artistica Ambra Gatto Bergamasco
    cell. 3392384244
www.movingbodiesfestival.com
ambrabergamasco@gmail.com
dal 24 giugno al 23 luglio '17
SULLE ALI DEL SOGNO - MIYAZAKI E CAPRONI
Corrispondenze in volo

La mostra è proposta nell'ambito della stagione espositiva che celebra il cinquantesimo compleanno della Casa degli Artisti «Giacomo Vittone» ed è dedicata a un altro anniversario: il sessantesimo della morte di uno dei massimi pionieri dell'aeronautica, l’illustre arcense Gianni Caproni, celebrato guardando alla speciale corrispondenza sul tema del volo che lo lega al regista giapponese Hayao Miyazaki, considerato il maggior maestro vivente di animazione cinematografica. Il quale ha scelto proprio Gianni Caproni, pioniere dell'aeronautica nato ad Arco e laureato ingegnere a Monaco nel 1908, quale mentore e compagno di sogni del protagonista del suo ultimo lungometraggio animato (del 2013), «Si alza il vento»: l'ingegnere aeronautico Jirō Horikoshi, inventore del Mitsubishi A5M e del suo successore Mitsubishi A6M Zero, utilizzati dall'Impero giapponese durante la seconda guerra mondiale. La mostra va alla ricerca del filo sottile di una corrispondenza profonda, esistenziale, tra Miyazaki e Caproni, a partire dall'esposizione di due preziose tavole originali di «Si alza il vento» firmate dallo stesso Hayao Miyazaki, che rendono palese la relazione stretta che negli anni s'è mantenuta tra gli eredi della famiglia Caproni e il regista giapponese, al quale è stato fornito il materiale d'archivio necessario per disegnare con dovizia di dettagli e verosimiglianza storica i tanti aerei Caproni che affollano i cieli del suo ultimo lungometraggio animato. A questa attenzione alle fonti è dedicata la sala «in bianco e nero», dove sono esposte una serie di fotografie inedite che il Fondo Caproni, conservato all’Archivio Fotografico Storico della Soprintendenza per i Beni Culturali della Provincia autonoma di Trento, acquisito a fine 2012, ha concesso in un comune lavoro culturale per la mostra, così da rendere visibile l'attinenza tra la realtà fotografica e la trasposizione artistica che ne fa Miyazaki.
Casa degli Artisti «Giacomo Vittone» - Canale di Tenno (Trento)

Per informazioni:
Assessorato alla Cultura- dott.ssa GiancarlaTognoni giancarla.tognoni@comune.arco.tn.it
La mostra è aperta al pubblico tutti i giorni tranne il lunedì dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18 (dal primo luglio dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30)
http://www.comune.arco.tn.it/
http://www.casartisti.it/lang/IT/homepage
cultura@comune.arco.tn.it
dal 23 al 25 giugno '17
BONSAI SUMMER FESTIVAL
Nippon Bonsai Kyookai Europe (NBSKE) in collaborazione con il Bonsai Club Fiemme torna per l'incontro estivo a Predazzo, nella magnifica Val di Fiemme. Il tema di quest'anno sarà il pino silvestre, che andremo a conoscere nel suo ambiente naturale con il supporto della guida Forestale. Ospite d'onore, il prof Aldo Tollini, ci farà conoscere l'importanza della simbologia nella cultura giapponese. La sera di venerdì la Maestra Senyo Machida ci intratterrà con una dimostrazione di vestizione del kimono, e ci parlerà di geishe e maiko. Sarà inoltre allestita un'esposizione di bonsai e suiseki.
Centro Santo "Giuseppe Dal Ben" - Località Stalimen, 4 Predazzo (TN)

Per informazioni:
Segreteria NBSKE Silvia Lombardi:
    cell. 349-5138185 Bonsai Club
Fiemme: Presidente Paolo Demartin
    cell. 333-7641476
http://www.sakkakyookai-e.com/?p=9826
info@sakkakyookai-e.com pdemartin89@gmail.com
il 3 giugno '17
MILANO SUMO OPEN 2017
Per la nona volta il Sumo Mondiale approda in Italia dopo i risultati ottenuti nelle precedenti edizioni, grazie all’impegno e fervore dell’Associazione organizzatrice Judo Club Milano, riconosciuta dalle federazioni internazionali di Sumo (European Sumo Union e International Sumo Federation). L'evento è organizzato in collaborazione con il Sumo Fan Club che riunisce appassionati di Sumo di tutto il mondo. Per l’edizione 2017 è prevista la partecipazione dell’atleta Neo Zelandese Anaru Perenara,13 campione di Sumo Sport in Oceania. Il numero degli atleti partecipanti si aggira annualmente sul centinaio, Anche quest’anno la manifestazione vedrà affrontarsi atleti, dei quali un'alta percentuale può vantare medaglie ai campionati europei e mondiali, provenienti da almeno 15 Paesi di tutto il mondo;oltre alle gare individuali e a squadre per i seniores -maschi e femmine-, ci sarà una sezione speciale aperta ai giovani under 18 , sia maschile che femminile. Molto spettacolare è anche la gara a squadre, nella quale si affronteranno formazioni di tre atleti per nazione senza distinzione di peso.Per i cittadini milanesi e italiani sarà un' opportunità per scoprire uno sport dalle regole antiche, ma soprattutto, per quanti ancora non conoscano il Sumo, per avvicinarsi a questa disciplina meravigliosa anche nella sua veste “occidentale”.
Palestra Pini, Via Tommaso Pini, 1 Milano

Inizio torneo 11,00 - 15.00 Finali - 16.30 Gare a Squadre

Per informazioni contattare Fausto Gobbi: cell. 340 5861541
http://www.sumoopen.com/
sumoopen@hotmail.com
dal 26 al 28 maggio '17
NIPPOP : PAROLE E FORME DA TOKYO A BOLOGNA
Anche quest'anno ritorna l’appuntamento con NipPop, evento dedicato alla cultura pop giapponese che giunge così alla settima edizione. Grazie al supporto della Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e interpretazione dell'Università di Bologna, NipPop 2017 proporrà tre giornate ricche di incontri, workshop ed eventi con artisti, critici e professionisti di fama internazionale.
Il tema scelto per quest'edizione è La belva nell'ombra: variazioni pop del mostruoso. Quest’anno NipPop 2017 si concentra sull'estetica del grottesco e del mostruoso nella cultura giapponese, ripercorrendone l’evoluzione a partire dal periodo Taishō. (1912-26) per poi soffermarsi sulle sue manifestazioni nelle più recenti tendenze pop. L’arte visiva e la letteratura si popolano di figure tradizionali quali sirene e yūrei, e di soggetti più moderni come gli esoscheletri esoterico-apocalittici di Evangelion, la parata dei Pokémon, i protagonisti inquietanti del J-Horror e del cyberpunk, i mostri superflat di Murakami Takashi e il kawaii monster, simboli tutti di una cultura che si percepisce in costante trasformazione. Al centro di NipPop 2017 le molteplici declinazioni pop di un’estetica del mostruoso che il Giappone ha sviluppato al punto di sceglierne alcune come icone del Cool Japan, attribuendo loro ancora una volta una rilevante funzione politica nel contesto della globalizzazione.
Bologna: Sede del Quartiere Santo Stefano
– Via Santo Stefano 119 – 40125 Bologna

Piccolo Teatro del Baraccano
–Via del Baraccano, 2 – 40124 Bologna
http://www.nippop.it/it
press@nippop.it
il 21 maggio '17
NIPPON NO MATSURI
Il comune di Opera accoglie la terza edizione di Nippon No Matsuri organizzata dalla Dynamic Karate Kyudokan a.s.d. e dal Centro Zorzi.Artisti giapponesi, scuola di sushi, degustazione di wagashi, venditori Nipponici, terapisti shiatsu, laboratori di origami, Kamishibai, Vestizione del Kimono, mostre di bonsai e proiezione di film giapponesi faranno da cornice a una dimostrazione di arti marziali giapponesi.
Una nuova imperdibile occasione per conoscere ed approfondire i legami culturali tra il Giappone e l'Italia.
Parco di Vittorio (Opera)
 
http://www.zorzi.net/
www.kyudokan.it
dkk.asd@gmail.com
dal 12 maggio al 17 giugno '17
YUME NO CHIMATA / CROCEVIA DEI SOGNI
a cura di EDUARDO ALCÍVAR NÚÑEZ

Dopo il successo di pubblico della personale di Johnny Pixel in occasione della precedente edizione di Photofestival Milano, anche quest’anno Manifiesto Blanco partecipa alla rassegna proponendo una mostra fotografica sul Giappone : un Giappone “crocevia dei sogni” (letteralmente: 夢の巷, traslitterato in yume no chimata), quello raccontato da Eduardo Alcívar Núñez nelle serie fotografiche ispirate dal suo ultimo viaggio nel Paese “all’origine del Sole”. Yume no chimata è un’espressione utilizzata nella letteratura giapponese classica, ma comprensibile anche oggi: chimata vuol dire viuzza e yume no chimata potrebbe esser interpretato come “il sentiero che può portare nella dimensione del sogno”, al limite della soglia tra mondo reale e dimensione onirica. Questa ambivalenza tra sogno e realtà trova nell’allestimento il suo specchio, grazie ad un doppio registro narrativo che alterna il sontuoso bianco e nero delle stampe ai sali d'argento su carta baritata ilford ai toni tenui delle polaroid scattate a bordo del treno Shinkansen. Incontri, ricordi e desideri che emergono e diventano tangibili a contatto con le molteplici espressioni della civiltà nipponica, così straniera e familiare al contempo. Yume no chimata non è solo una mostra, ma una vera e propria esperienza sinestetica dove le immagini fotografiche si mescolano ai sapori, ai gesti ed ai sentimenti tradizionali del Giappone in occasione d’una serie di eventi e dimostrazioni dedicati alla cerimonia del tè e al teatro Nō. Ancora, nella serata del vernissage, sarà presentato il raffinato booklet che raccoglie alcune delle foto in mostra, ideato dal curatore e realizzato in tiratura limitata da Luca Cisternino secondo i dettami della legatoria Watoji.
Vernissage giovedì 11 maggio 2017 ore. 19.00
da martedì a sabato ore 16-19

Eventi in programma:
・23 maggio : Teatro Noh con M. Monique Arnaud
・6 giugno: Cerimonia del the con M. Eriko Iso di Scuola Urasenke.  
http://www.manifiestoblanco.com/wordpress/
info@manifiestoblanco.com
dal 11 maggio al 31 lugio '17
C'ERA UNA VOLTA IN GIAPPONE
-Fotografie e Netsuke del XIX secolo

L’esposizione, che fa parte della rassegna Milano Asian Art 2017, accosta due diverse tipologie di opere d’arte giapponesi: una selezione dei Netsuke e Okimono del Museo Poldi Pezzoli e alcune fotografie ‒ stampe all’albumina colorate a mano da artisti del tempo e collotipi ‒ della Fondazione “Ada Ceschin e Rosanna Pilone” di Zurigo, che promuove lo studio di una delle più grandi collezioni al mondo nel suo genere, concessa in deposito nel 2012 al Museo delle Culture di Lugano. Le opere in esposizione sono state realizzate da abilissimi artigiani giapponesi e dialogano magnificamente tra loro per lo stile e le iconografie dei soggetti raffigurati. Realizzate tutte in un tempo noto come Periodo Meiji (1868-1912), mostrano scene di vita quotidiana e paesaggi naturali di un Giappone antico e idilliaco, che in pochi decenni sarà spazzato via da una corsa sfrenata alla modernizzazione. Nel Periodo Meiji il Giappone fu testimone di un insolito connubio tra la tecnica fotografica occidentale e la maestria dei pittori locali, eredi di un’antica e raffinata tradizione, capaci di applicare perfettamente il colore anche su minuscole superfici. La produzione di tali opere rispondeva alle esigenze dei viaggiatori occidentali ‒ i cosiddetti gobletrotter ‒ di portare con sé il ricordo di un Paese straordinario. Le fotografie sono infatti perlopiù conservate in splendidi album-souvenir dalle coperte laccate e intarsiate con materiali preziosi ‒ due dei quali saranno esposti nella mostra ‒, che i turisti occidentali riportavano dal Giappone in Occidente. A corollario della mostra sono previsti due incontri di approfondimento riportati nella locandina allegata).
Museo Poldi Pezzoli
Via Manzoni 12 | 20121 Milano

Per Informazioni:
tel. 02 79 4889/6334
Fax: + 39 02 45473811
 
http://www.museopoldipezzoli.it/
ferraris@museopoldipezzoli.it
il 11 maggio '17
LA CULTURA DEL TE IN GIAPPONE E I PREGIATI TE GIAPPONESI
L'evento, organizzato da Protea Academy, introduce a Milano una serie di appuntamenti dedicati alla cultura del Tè, e si inserisce nell'ambito delle manifestazioni del "Fuorisalone Tuttofood” legate allo svolgimento della Tea Masters Cup Italia 2017, una competizione internazionale per appassionati e professionisti del Tè che ambiscono al titolo di Tea Master Mondiale, prevista in mattinata nell’Area Academy del Padiglione 5, della fiera Tuttofood alla quale è attesa una cospicua affluenza di visitatori da tutto il mondo.
Alberto Moro, Presidente dell’Associazione Giappone in Italia, che collabora per l’angolo tematico dedicato al Giappone, ci introdurrà alle ore 17,00 alla Cultura del Tè in Giappone a cui farà seguito una degustazione di Tè Giapponesi. L’obiettivo dell’iniziativa è promuovere la cultura del tè giapponese e gli eccellenti tè giapponesi, coinvolgendo i distretti cittadini.
La Tea Masters Cup è un evento innovativo nel panorama del Tè con un' importante copertura mediatica e quindi una perfetta piattaforma per far conoscere i produttori o i tè di qualità, nonchè una occasione per i giovani di ottenere meritata visibilità in vista delle loro future carriere nel mondo del Té. Il vincitore della gara di Milano parteciperà alla finale mondiale e beneficerà di una settimana di stage formativo in Asia per scoprire la cultura del tè, le piantagioni, le lavorazioni e le cerimonie tradizionali.
Stamberga- Corte di Via Melzo, 3 (Zona Porta Venezia) Milano
Inizio evento: ore 17:00
ingresso libero
 
http://www.proteaacademy.org/tea-masters-cup-italia/
Twitter:@ProteaAcademy
info@proteaacademy.org
dal 8 al 12 maggio '17
OCCIDENTE VERSO ORIENTE
l'Alto Adige e il Giappone

L'associazione ART in collaborazione con gli enti ospitanti gli eventi organizza Occidente verso Oriente (fino al 2 dicembre) che in questa sua prima parte (dal giorno 8 al giorno 12 maggio) sarà dedicata al confronto fra due culture: quella dell'Alto Adige con quella del Giappone.
La manifestazione intende offrire all'Alto Adige la possibilità di conoscere costumi, cultura, musica di altre culture, ampliando l'orizzonte culturale di questa terra, fornendo la chiave di lettura di altre realtà al fine di arricchire ed essere volano di sviluppo culturale ed inevitabilmente anche economico.
Bolzano, diverse sedi
(Centro culturale Maria Heim, Centro Trevi, Biblioteca civica Battisti, Museo civico, etc.)

Per info: Associazione ART
 
https://plus.google.com/+AssociazioneARTBolzano
associazioneartbolzanobozen@gmail.com
dal 6 maggio al 30 settembre '17
INFO TOKAMACHI
Associazione Giapponese Miciscirube di Como, in collaborazione con la Municipalità di Tokamachi e Como e l' Associazione Famiglia Comasca, sta creando uno spazio dedicato alla città gemella giapponese all’interno dell’info point del Broletto (nell’ammezzato). Lo scopo è quello avvicinare cittadini comaschi e turisti alla tematica del gemellaggio, attraverso l’esposizione di materiale attrattivo e rappresentativo della cultura e della società di Tokamachi, legati al tema del tessile. Sono inoltre previsti vari laboratori e incontri ogni 2 settimane per conoscere meglio la cultura giapponese.
Il giorno sabato 6 maggio alle ore 16 si terrà un momento inaugurale nello spazio fuori dall’infopoint con un piccolo rinfresco/merenda.
info point del Broletto (nell’ammezzato)Ingresso da Piazza Duomo e da via Pretorio, sotto la Torre del Broletto


Info
Telefono: +39 031 304137
Apertura Orario 1 aprile 2017 - 30 settembre 2017
da lunedì a domenica 10.00 – 18.00
  
https://www.miciscirube.com/
https://www.facebook.com/como.2010/
http://www.comune.como.it/it/news/Como-Tokamachi-il-gemellaggio-si-apre-allistruzione-e-al-cibo/
miciscirube2@gmail.com
dal 6 al 7 maggio '17
IL GIAPPONE A ROCCA BRIVIO
Asd Kodokan Budo organizza due giornate all’insegna del divertimento, cultura giapponese e arti marziali, laboratori, proposte, conferenze e attività per immergersi nelle culture e nelle tradizioni di un paese, il Giappone, affascinante, magico e per certi versi ancora misterioso. In una location del 1600 Rocca Brivio a San Giuliano Milanese ospita il 6 e il 7 maggio la kermesse che offre a tutti, grandi e piccini, divertimento, cultura e le arti marziali della Kodokan Budo, divertimenti per i bambini, spettacoli il sabato sera con i Taiko, lo Shodo….con leccornie giapponesi e italiane.
Rocca Brivio (San Giuliano Milanese)
ENTRATA LIBERA
 
Si consigliano le prenotazioni per Workshopi laboratori e i tavoli per gli spettacoli
Sabato sera street food con spettacoli
Domenica sera aperitivo Rocca Brivio
 
www.kodokanbudo.eu
https://www.facebook.com/events/1106408996135021/
kodokan@libero.it
il 6 maggio '17
LA NAVE E LA FARFALLA
La storia dell’affondamento del Transatlantico inglese Transylvania, avvenuto ad opera di un sottomarino tedesco un secolo fa, il 4 maggio 1917, al largo di Noli, e che vide protagonisti marinai inglesi, giapponesi e pescatori nolesi, in occasione del suo 100° anniversario diventa uno spettacolo teatrale scritto da Matteo Peirone (anche ideatore e fondatore del “Noli Musica Festival”) . Lo spettacolo è liberamente ispirato all’affondamento del Transylvania nonché alla storia di “Madama Butterfly”. Sul palco, sotto le musiche di Giacomo Puccini, l’attore Alessandro Lussiana, le cantanti giapponesi Junko Takenouchi e Ai Awata (Cio Cio-San e Suzuki) in Kimono tradizionale, e il tenore Angelo Fiore; al pianoforte, Leone Magiera.
Lo spettacolo, una coproduzione del Noli Musica Festival con l’Associazione giapponese “Tokyo Opera” è l’anteprima del “Noli Musica Festival 2017”.
Chiesa di San Francesco d'Assisi, Vico san Giuseppe,7
ore 20.45
a ingresso libero

Per Informazioni:
Ufficio Manifestazioni Turistiche (Laura Garbarino)
tel. 019.7499531
fax: 019.7499549;
orario: dal lunedì al sabato, ore 9,30 - 12,30
Signora Piera Barisoni
tel. 019 7499568 
http://nolimusicafestival.blogspot.it/
https://www.facebook.com/Noli-Musica-Festival-195560393825296/
dal 3 al 30 maggio '17
LA TIGRE E IL GIAPPONE
La neo costituita Associazione Culturale La Taiga, in collaborazione con affermate associazioni di cultura giapponese del Nord Italia quali il Centro di Cultura Italia e Asia, Giappone in Italia, Shodo.it, Nikoku Dojo e altre ancora, dedica il mese di maggio alla cultura giapponese con una ricca proposta di eventi e appuntamenti volti a celebrare il Giappone e promuoverne i più svariati aspetti. La proposta spazia dal Teatro giapponese Nō e Kyōgen, alla spiritualità, nonchè ai momenti della quotidianità attraverso laboratori e lezioni di cucina e un approfondimento sul vestiario giapponese - Obi e Kimono -. Sono inoltre previste lezioni di Aikidô e Nihontô, shiatsu e Zazen, laboratori di Shodô, Washi e Ikebana, degustazione di te e wagashi, e momenti di intrattenimento con musica giapponese ad opera del flautista Lorenzo Gavanna e della chitarrista Laura Arcari, e con il concerto Tinsagu del duo composto dal musicista Walter Lupo e dalla soprano Akiko Kozato.
Corte dei Miracoli via Mortara, 4 Milano P.ta Genova
Per info / tel. 345.837 04 11
  
www.latigredicarta.it
info@latigredicarta.it
il 2 maggio '17
BOUN SYUNJU 暮蕓春樹
E’ semplicemente un incontro riassunto da un titolo 暮蕓春樹Boun Shunju. Con un significato interiore profondo che viene da un tempo lontano. 暮蕓 Boun = le nuvole seriali che corrono;春 haruki = la primavera; 樹 ju = alberi che fioriscono;
In questi kangi si puó leggere il dialogo tra il maestro Shogoro e l’artista e amico Stefano Giglio, un dialogo creativo e filosofico che spazia tra Venezia, Firenze ed Osaka.
Quando vedo il tramonto la nuvola rosa passare
Quando vedo gli alberi che germogliano in primavera
Penso a te che stai sotto lo stesso cielo.
Penso che Tu stia bene sentendo la stessa aria della nuova stagione(cit. Toho)
Si segnala che l'azienda MHway sarà lo sponsor tecnico e realizzerà delle borse Limited Edition dedicate all'evento.
Libreria Bocca- Via Vittorio Emanuele II - Milano
inizio evento: ore 18,00
  
https://www.studiopeacock.wordpress.com
collettivoc13@gmail.com
dal 29 aprile al 1 maggio '17
La Traditional Schools of Budo Seifukai – 古流武道正風会 presenta:
BUDOSPRING - PRIMAVERA DEL BUDO 2017

L’associazione Taki no Kan e il Comune di Castel d’Azzano – assessorato allo sport e al tempo libero- organizzano la decima edizione della BUDOSPRING, la primavera del Budo veronese, con il patrocinio del Comune di Castel d’Azzano, della FIJLKAM, dell’ACSI, del “Progetto Aiki”. L’edizione 2017, come le scorse edizioni, sarà dedicata alla commemorazione del grande Maestro Mochizuki Minoru (uno dei pochi uomini nominati “tesoro vivente della Nazione giapponese”). L’evento prevede tre giorni di stage di diverse discipline.Nelle aree adibite si alterneranno i vari insegnanti delle arti rappresentate in orari diversi in modo da permettere a chi lo vorrà di praticare oltre alla propria anche le altrui scuole. Si svolgeranno allenamenti intensivi di:Daito Ryu Aiki-jujutsu, Gyokushin Ryu JuJutsu, Tenshin Shoden Katori Shinto Ryu, Moto-Ha Yoshin Ryu jujutsu, JuJitsu FIJLKAM, Wado Ryu Karate-jujutsu Seifukai, Aikido Yoshinkan Shin Ryu, Aikido Kobayashi Ryu , Karate-do Wado Ryu, Karate Goju Ryu, Karate Shotokan, Matayoshi Okinawa Kobudo, Qi Gong, Scherma storica occidentale (FISAS), Kendo, Kung Fu Shaolin, Tai Chi, Wing Chun Kung Fu, Aiki-jujutsu Juniores, Psicologia nel Budo, Gioco del Go, Reiki.Le lezioni delle diverse scuole si alterneranno in aree di pratica separate a partire dalla mattina di sabato 29 presso le strutture sportive del comune di Castel d’Azzano, situato comodamente a 5 km dalla città di Verona. Gli stage tecnici delle singole discipline si svolgeranno presso tre strutture collegate tramite un piazzale polifunzionale. Le diverse lezioni sono aperte a tutti a prescindere dall’esperienza, dal grado e dal tesseramento federale o associativo.
Castel D'Azzano - Verona Impianti Sportivi D. Alighieri / Piazzale degli Atleti
Per informazioni e iscrizion
  Cell: 348.8566893
  Tel: 045 5700039   
www.budospring.com
http://www.progettoaiki.org/
taki-no-kan/takinokan@progettoaiki.it takinokan@alice.it
il 28 aprile '17
CERIMONIA DI CONSEGNA DE “LA FOGLIA D’ORO DEL LAGO DI COMO”
Evento che inaugura ufficialmente la IX edizione di Orticolario, evento autunnale dedicato alla cultura del giardino

Il 28 aprile il premio-scultura “Foglia d’oro del Lago di Como” ritorna a Villa Carlotta inaugurando ufficialmente la nona edizione dell'evento dedicato alla passione per il giardino:“Un gesto simbolico che celebra il sorgere di un nuovo anno per Orticolario”. “La Foglia d’oro del Lago di Como” è un vaso dalle forme sinuose sul quale ondeggia una grande foglia con “accenni” d'oro zecchino (24K), realizzato dalle mani sapienti di Gino Seguso della storica Vetreria Artistica Archimede Seguso di Murano (VE): viene assegnata come premio al vincitore del concorso internazionale “Spazi creativi”, promosso in occasione di Orticolario e rivolto a progettisti del paesaggio e dei giardini, architetti, designer, artisti e vivaisti. Ogni anno, ad aprile, come fosse un rituale, il premiato riconsegna la scultura, che viene così custodita fino alla prossima edizione dell'evento. E sarà proprio il paesaggista giapponese Satoru Tabata, vincitore dell'edizione 2016 con il giardino Spazio Floema “Vedere con le orecchie, ascoltare con gli occhi”, a presiedere la cerimonia di riconsegna insieme a Gino Seguso, Moritz Mantero e Maria Vittoria Bianchini, presidente di Villa Carlotta, oltre alle istituzioni locali sul quale, dal 2013, vengono inseriti i nomi dei vincitori del concorso. I visitatori di Villa Carlotta potranno ammirarlo fino alla prossima edizione di Orticolario, che si svolgerà a Villa Erba (Cernobbio, CO) dal 29 settembre al primo ottobre 2017.
Villa Carlotta - via Regina, 2 Tremezzina (Como)
inizio cerimonia: ore 11:00
   Per informazioni:Segreteria Organizzativa Orticolario
  Tel. +39 031 3347503
  Fax. +39 031 340358  
http://orticolario.it/
info@orticolario.it
dal 01 al 02 aprile
31ma MOSTRA BONSAI CITTA' DI SACILE
30° TROFEO CITTA' DI SACILE

L’Associazione, Gruppo Bonsai Giardino della Serenissima, festeggia il 31° anno dalla fondazione e organizza il 30° Concorso Nazionale Amatori Bonsai e il 10° “Concorso Nazionale Collezionisti Bonsai”.
Sono previste inoltre un’esposizione di piante dei soci del club, un’esposizione di esemplari di collezionisti di bonsai, la riproduzione di un’ambientazione caratteristica giapponese, una Dimostrazione di tecnica bonsai eseguita dagli esperti di ogni club presente .
Sarà illustrato il procedimento, attraverso i vari passaggi previsti, di una pianta da trasformare e l’elaborazione in disegno della futura trasformazione, perché l’arte bonsai è un intervento che richiede molto tempo e cura. Sarà assegnato il premio “miglior Tokonoma” al club, tra quelli partecipanti al concorso, che si distinguerà.
Ex- chiesa di San Gregorio, Via Giuseppe Garibaldi- Sacile (PN)
Per agevolare l’organizzazione è possibile trasmettere /comunicare l’adesione entro il 29 marzo 2016, ai seguenti recapiti:
Gruppo Bonsai Giardino della Serenissima (ore pasti e serali)
 Tel. 0434/70480
 Cell. 338.8390784 Fax (a qualsiasi ora)
 Tel. 0434/566210
 Mail retavian@libero.it
 Mario Zanette Cell. 349.8768739
 Fax 0434 566210
 Tel. 0434/70961
http://www.bonsaitriveneto.com
retavian@libero.it
dal 01 al 02 aprile
Il GIAPPONE NEL CHIOSTRO - HANAMI 2017
La manifestazione, organizzata nel centro di Brescia dal Museo Diocesano di Brescia abbraccia la cultura giapponese nei suoi svariati aspetti. Le mostre, conferenze e dimostrazioni illustrano sia il Giappone tradizionale che quello contemporaneo. Il programma di quest'anno tra l'altro prevede conferenze sul cinema giapponese e sulle arti marziali, una mostra "semplicemente Oscar" che si propone di analizzare le figure femminili nel cartone animato giapponese, momenti culturali con cerimonia del the, tao-shiatsu, animazione teatrale, origami, vestizione del kimono, corsi di doppiaggio, di fumetto manga, kirigami,performances di violino, presentazioni di libri, e tutto questo nella cornice di una mostra mercato con stand di cibi e oggetti di artigianato a tema nipponico, allestiti nei chiostri del museo, che ricreano l'atmosfera dei matsuri.
Museo Diocesano di Brescia, Via Gasparo da Salò, 13 http://web.diocesi.brescia.it/museodiocesano/ita/eventi/in_corso.php
attivita.museo@diocesi.brescia.it
il 1 aprile
CONCERTO DE L'AMICIZIA ITALO - GIAPPONESE 2017
L'evento è promosso e organizzato dal Comitato del Concorso Internazionale di Kobe-KOBE istituito nel ’96, un anno dopo il disastro del terremoto di Kobe allo scopo di sostenere la ricostruzione delle zone colpite dal disastro del terremoto di Hanshin/Awaji. Il ruolo esercitato dalla musica in quei luoghi di dolore e di riscostruzione è molto importante; per questa ragione il Comitato Organizzativo intende diffondere nel mondo la musica di quelle aree per promuoverla e nel contempo trasmettere un messaggio di pace. Il Concerto propone in due tempi esecuzioni di brani di famosi compositori per piano, voce e marimba ,strumento musicale a percussione, eseguito da Rie Sato, presidentessa del Comitato.
Casa Verdi, Piazza Buonarroti, 29 Milano
inizio concerto ore 16,00. Ingresso dalle ore 15:30.
L'evento è ad ingresso gratuito
http://musicsatoh.com/
dal 31 marzo '17 al 31 marzo '31
CIBO PER GLI ANTENATI, FIORI PER GLI DEI
Trasformazioni dei bronzi arcaistici in Cina e Giappone

Grazie alla loro ampia varietà, le collezioni del Museo Chiossone consentono di studiare sia la storia dell’arte giapponese sia le relazioni culturali e artistiche di Cina e Giappone. La collezione di manufatti in bronzo e metallo è particolarmente importante: i pezzi arcaistici cinesi databili dalla dinastia Song Meridionale (1127-1279) fino alla fine del secolo XIX, importati in Giappone a cominciare dal periodo Muromachi (1393-1572), documentano sia il plurisecolare interesse cinese per le antichità, sia il gusto giapponese, coltivato dall’aristocrazia militare e dai maestri del tè, di collezionare vasi cinesi in bronzo per comporre i fiori (hanaike 花生). La sezione della bronzistica giapponese del Museo Chiossone comprende opere insigni, databili dalla Protostoria (periodi Yayoi e Kofun, secoli III a. C – VII d.C.) fino al tardo periodo Meiji (1868-1912).
Museo d’Arte Orientale Edoardo Chiossone, Villetta di Negro
Piazzale Mazzini 4 Genova
Per info: 010 542285
http://www.museidigenova.it/
museochiossone@comune.genova.it
il 28 marzo
IL MOTORE D'ORIENTE. Storia per immagini del mito automobilistico giapponese
In occasione della visita della delegazione della città di Sakahogi a Maranello

L’epopea dell’industria automobilistica giapponese inizia nel dopoguerra e arriva a conquistare il mercato mondiale tra la fine degli anni sessanta e gli anni ottanta che rappresentano il culmine dell’inarrestabile ascesa del motore del Sol Levante in tutto il mondo. Ma perché i nomi dei modelli più famosi di automobili giapponesi hanno all’estero nomi diversi da quelli che hanno in Giappone? Perché i taxi giapponesi hanno gli specchietti retrovisori sul cofano anteriori e non sulle porte? E la porta posteriore dei taxi che si apre da sola? E l’ossessione per la macchina sempre pulita e superaccessoriata? L’incontro del 28 Marzo dalle ore 18:30 al Mabic di Maranello, patria del più famoso motore italiano, proporrà alcuni spunti per conoscere da vicino alcune caratteristiche e aneddoti sulle automobili del Giappone, un paese che ha saputo distinguersi perfino nell’idea stessa di “autovettura”.
Le vetture legano Giappone e Italia: le città di Maranello in Emilia Romagna e di Sakahogi nella prefettura di Gifu hanno siglato un patto di amicizia dal 21 febbraio 2012. Maranello è infatti la sede della Ferrari, a Sakahogi c’è la fabbrica delle vetture Pajero della Mitsubishi. Gemellaggio sancito anche tra l'Istituto Professionale per l'Industria e l'Artigianato IPSIA A.A. Ferrari di Maranello e il NAC Nakanihon Automotive College di Sakahogi. Ogni anno il sindaco e una rappresentanza della città di Sakahogi visitano Maranello con diversi alunni del NAC ospitati da famiglie della cittadina emiliana. La prossima visita sarà dal 25 marzo al 2 aprile 2017.
MABIC (Via Vittorio Veneto 5, Maranello – Modena) ore 18,30
ore 18,30
http://www.comune.maranello.mo.it
http://higashishinbun.blogspot.it/
comune.maranello@cert.comune.maranello.mo.it
florianoterrano@aim.com
il 20 marzo
COSTRUTTORI DI PACE - KAKI TREE PROJECT
Per quest'anno scolastico l'intero Istituto Comprensivo "Federico Fellini" (che annovera al suo interno due scuole dell'infanzia, due scuole primarie, ed una scuola secondaria di I grado, con un totale di 930 alunni) ha lavorato e lavorerà sul tema della pace e sull'abero di cachi. Il progetto didattico sulla pace, che ha coinvolto i bambini dell'Istituto, creando un intenso legame tra loro e l'albero di cachi, ha avuto inizio con la Marcia della Pace di Assisi del 9 ottobre con una pianta di ulivo e come ultima tappa prevede proprio la piantumazione di Kaki. I due alberi di cachi verranno piantumati a Tavazzano e a Sordio in provincia di Lodi, alla presenza dei due rappresentanti fondatori del Kaki Project.
Tavazzano e a Sordio (Lodi)
20 marzo: ore 10:00 Scuola di Tavazzano con Villavesco, via Dante, 7 ore 13:30 Scuola di Sordio, P.zza Liberazione.
http://www.icfellini.gov.it/home/
giovannetti.sandra@libero.it
dal 18 marzo al 02 aprile
GIAPPONE- i giovani e l’artigianato-
un percorso tra tradizione e innovazione

La mostra di manufatti di artigianato d’arte è realizzata da APA Confartigianato Milano Monza e Brianza. Le opere esposte arrivano dal Giappone, più precisamente dall’antica capitale Kyoto, e rappresentano il meglio della produzione manuale giapponese. Oggetti perfetti e unici, che le macchine non potrebbero realizzare.
Non si tratta quindi di artigianato seriale, ma di manufatti apparentemente umili, ma di grande valore. Lavori che nascono dalle mani dei giovani studenti, sotto l’attenta guida dei Maestri artigiani giapponesi, nella più importante scuola di artigianato giapponese la TASK - Traditional Arts Super College of Kyoto,una scuola dove nascono i nuovi artigiani.
L’obiettivo di questo progetto è anche dare un’immagine diversa del Giappone rispetto a quella che emerge solitamente. Qui si parte da un punto di vista estremamente tradizionale per rivisitarlo e per esplorare nuove strade.
Lissone – Museo d’Arte Contemporanea 8.Viale Padania, 6, http://urlm.it/www.apamilano.it
apa@iride.it
dal 17 al 26 marzo
HARU NO KAZE “Vento di Primavera a Vicenza 2017”
Torna a Vicenza il festival di cultura giapponese che l’assessorato alla crescita del Comune di Vicenza organizza in collaborazione con l’associazione Ukigumo per accogliere la primavera e il Giappone a Vicenza.
La manifestazione, giunta alla IX edizione, negli anni ha trasformato Vicenza in un punto di riferimento irrinunciabile per gli appassionati e i cultori delle arti e della cultura nipponica e per tutti coloro che ne sono attratti e vogliono approfondirne la conoscenza.“Haru no Kaze”, in giapponese “Vento di Primavera”, riprende come ogni anno l’immagine del fiorire della primavera, con i fiori di ciliegio simbolo del Giappone e con il suo vento che spazza l’inverno e porta rinascita e nuova vita.
L’associazione Ukigumo vuol dare la possibilità a tutti di conoscere, assaporare, viverne l’ambiente, con la sua inestimabile cultura e le sue arti tradizionali e moderne, in cui traspare sensibilità, forza, eleganza e ricchezza interiore.
Vicenza(diverse sedi)
Per Informazioni:
cell 338 1242085
cell. 366 3664936
http://www.ukigumo.it/
gohan@ukigumo.it
il 6 marzo
三月の星空 IL CIELO DI MARZO
CONFERENZA A DUE LINGUE

Grazie allo strumento Planetario si può osservare il cielo stellato. Il planetario è uno strumento che proietta le stelle su una cupola. Il 6 marzo al planetario ci sarà un’osservazione del cielo di marzo. La spiegazione sarà a due voci: giapponese, tenuta da un madrelingua giapponese,la prof.ssa Hisako Kikuta e tradotta in italiano da un madrelingua italiano, l'ing. Chiara Pasqualini. Mentre si osserveranno le principali costellazioni di questo periodo si potranno capire i fenomeni astronomici di base. E’ adatta a chi si avvicina per la prima volta all’astronomia o a chi desidera ammirare lo spettacolo del cielo stellato, unendo a questo la passione per il Giappone e la lingua giapponese.
Civico Planetario di Milano “U. Hoepli” Corso Venezia, 57
Orario conferenza:ore14,30
E’ previsto un ingresso di Biglietto intero 5,00€
ridotto 3,00€ (fino a 18 anni e dopo i 65 anni)
https://www.comune.milano.it/planetario/
www.labofficina.it
info@labofficina.it
www.facebook.com/AssociazioneLOfficina
dal 03 marzo al 01 aprile
LA FLOTTA PERDUTA DI KUBILAI KHAN
Mostra fotografica della spedizione archeologica

Nel 1281 l’Imperatore della Cina Kubilai Khan, nipote del più noto Gengis, tentò di invadere il Giappone, ma la gigantesca flotta di circa mille imbarcazioni e quarantamila uomini fu fermata da un improvviso e violentissimo tifone che la fece affondare insieme ai suoi sogni di conquista. La terribile tempesta, che venne considerata provvidenziale dai giapponesi, fu appunto ribattezzata kamikaze, il “vento divino”. La spedizione archeologica dell’IRIAE (International Research Institute for Archaeology and Ethnology) realizzata in collaborazione con l’ARIUA (Asian Research Institute for Underwater Archaeology) ha riportato alla luce dopo sette secoli la maestosa flotta agli ordini di Kubilai Kahn nelle acque dell’isola di Takashima, regione del Kyushu, nel sud del Giappone. La mostra, realizzata in collaborazione con l’IRIAE, presenta 36 fotografie di grande formato e un video. Gli scatti dei giornalisti e fotografi Marco Merola e David Hogsholt, realizzati in occasione di un reportage poi pubblicato dal prestigioso magazine internazionale Terra Mater, hanno colto i momenti di scavo subacqueo, di recupero dei materiali e di “vita” della missione più suggestivi. Insieme alle stampe sarà presentato un filmato montato da Fabio Branno, Cinemax Studio, che avrà il compito di trascinare il pubblico nel Giappone profondo, mostrando l'area interessata dalla spedizione e, soprattutto, facendo vivere in differita le emozioni vissute dagli archeologi nei sette anni di attività sul campo.
Fondazione Luciana Matalon, Foro Buonaparte 67 Milano
Orari: dal martedì alla domenica, dalle 10.00 alle 19.00 Lunedì chiuso
La biglietteria chiude 45 minuti prima
Biglietti: intero, € 3,00 + € 2,00 di tessera associativa Amici della Fondazione Luciana Matalon ridotto, € 1,00 + € 2,00 di tessera associativa Amici della Fondazione Luciana Matalon (over 65, disabili, bambini 7 - 12 anni, gruppi e scolaresche di minimo 15 persone) gratuito: under 6
Ufficio stampa: Chiara Belli e Irene Brustia, tel. 02 878781
Giovedì 16 marzo, ore 19.00: conferenza "Kubilai e la sua armata, dal mito alla storia grazie agli archeologi italiani" Daniele Petrella, archeologo e Presidente dell'IRIAE
http://www.fondazionematalon.org
fineart@fondazionematalon.org
dal 02 al 19 marzo
SHODO - L’INCANTO DEL SEGNO
Maestri contemporanei di calligrafia giapponese

Il MAO ha avviato da tempo un programma di mostre temporanee per approfondire tematiche che non sono presenti nelle esposizioni permanenti e per presentare al pubblico altri aspetti della straordinaria ricchezza e originalità delle culture orientali. In questo programma non poteva mancare un’esposizione sulla calligrafia giapponese.
La mostra espone 95 opere di cui 62 Sho – calligrafie vere e proprie - e 21 ventagli, 11 opere intagliate su legno, una grande opera di sette metri raccolta a libro. Lungo il percorso di visita si potranno apprezzare, per la prima volta al mondo, diverse tipologie di lavori dei più autorevoli artisti giapponesi di calligrafia contemporanea, tra i cui USUDA TOSEN il maestro di “shodo” più importante del paese- in Giappone è considerato un luminare della calligrafia, soprattutto per l’arte della calligrafia ad intaglio sul legno- insignito del premio “Mainichi Shodo Kensho”, il più importante legato all’arte della calligrafia. Ancora YANAGISAWA KAISHU ideatore, ideatore e disegnatore del logo del campionato mondiale di calcio Corea/Giappone del 2002. NAGAI OSHU, maestro di calligrafia, di cerimonia del the e di ikebana. INOUE KYOEN, importante maestra di calligrafia, una delle poche donne, nota soprattutto per la sua opera ispirata al Mt. Fuji.Questa mostra rivela come la “via della scrittura” sia ancora viva e vitale in Giappone, rivisitando la tradizione in senso contemporaneo e quindi più accessibile anche a un pubblico occidentale. In occasione dell’inaugurazione si potrà assistere alla performance di alcuni maestri calligrafi, potendo così apprezzare dal vivo il fascino e l’intensità di tale arte. La Mostra è realizzata in collaborazione con ViaggioinGiappone by J&W Travel e sostenuta da AIACC (Association for International Advancement of Calligraphic Culture)
Museo d'Arte Orientale MAO- Via San Domenico, 11- Torino
Tel. 011-4436932
Fax.011- 4436918
http://www.fondazionetorinomusei.it
mao@fondazionetorinomusei.it
dal 25 febbraio al 9 aprile
ETERNE STAGIONI
Corrispondenze poetiche tra antichi byōbu giapponesi e artisti contemporanei

L’Associazione Libera Mente Laboratorio di Idee di Alessandria è lieta di ospitare nelle sale di Palazzo del Monferrato, la terza ed ultima tappa di Eterne Stagioni. 円環する季節, corrispondenze poetiche tra antichi byōbu giapponesi e artisti contemporanei, una mostra che intesse un inusuale dialogo e confronto tra una collezione di antichi paraventi giapponesi e la sensibilità delle ricerche visive contemporanee espressa dalle opere di artisti giapponesi, italiani ed europei.
La mostra, presentata con il contributo della Fondazione Cominelli di San Felice del Benaco (BS) la scorsa estate nella prestigiosa sede del Museo d’Annunzio Segreto - Fondazione Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera (BS), aperta in autunno nella sede milanese della Galleria Nobili in una versione riassuntiva con solo artisti giapponesi, con questa terza tappa, completamente inedita nelle opere, giunge al termine e nella sede alessandrina. L’allestimento, arricchito e ampliato dalla presenza di nuovi artisti oltre a quelli già presenti nelle prime due fasi, è curato da Matteo Galbiati con la collaborazione di Raffaella e Alessio Nobili e di Francesca Parrilla e vede succedersi nelle sale di Palazzo del Monferrato le opere di Francesco Arecco, Rodolfo Aricò, Matteo Aroldi, Kengiro Azuma, Manuela Bedeschi, Sonia Costantini, Domenico D’Oora, Dana De Luca, Paola Fonticoli, Ettore Frani, Cesare Galluzzo, Michael Gambino, Federico Guerri, Asako Hishiki, Paolo Iacchetti, Ugo La Pietra, L’OrMa, Mirco Marchelli, Vincenzo Marsiglia, Kaori Miyayama, Elena Modorati, Albano Morandi, Gianni Moretti, Hiroyuki Nakajima, Ayako Nakamiya, Patrizia Novello, Shoko Okumura, Claudio Olivieri, Simone Pellegrini, Mara Pepe, Luca Piovaccari, Gianluca Quaglia, Mario Raciti, Alfredo
Rapetti Mogol, Tetsuro Shimizu, Diego Soldà, Valdi Spagnulo, Giorgio Tentolini, Valentino Vago e Arturo Vermi.Si palesa agli occhi del pubblico un percorso dinamico e sorprendente, dove antico e contemporaneo, Oriente e Occidente, creano collisioni armoniche e poetiche.
Palazzo del Monferrato, via San Lorenzo, 21 - Alessandria
Inaugurazione sabato 25 /02 ore 17.00
http://www.palazzomonferrato.it/
info@palazzomonferrato.it
dal 16 febbraio al 22 marzo
CORSI DI LINGUA E CULTURA GIAPPONESI
Apriamo il nostro cuore verso la bellezza e armonia del Giappone

L'Università Cattolica di Milano promuove per il secondo anno consecutivo i corsi di lingua e cultura giapponese della professoressa Wakako Saito che insegna all’Università in Giappone con il proposito di indirizzare il cuore dei partecipanti verso la bellezza e l’armonia del Giappone. Nel corso di primo livello si assimileranno frasi semplici ed essenziali per una breve conversazione. Durante le lezioni saranno proposti momenti di cultura Giapponese quali la calligrafia, la cerimonia del tè e la tradizione del Kimono. Nel corso di secondo livello si apprenderanno le frasi e la conversazione consueti nella vita quotidiana giapponese, e parallelamente si approfondiranno le esperienze della cultura giapponese quali il Buddismo e la meditazione, esempi di arte giapponese attraverso il quadro di Shoka Watanabe e coinvolgendo gli studenti in prove creative di calligrafia.
Università Cattolica del Sacro Cuore. L.go Gemelli, 1 - Milano
Informazioni e iscrizioni:SeLdA - Servizio Linguistico di Ateneo
Via Morozzo della Rocca 2/A - 20123 Milano
Tel. 02 7234 5740 - Fax 02 7234 5731
https://selda.unicatt.it/milano-corsi-extracurricolari-lingua-giapponese
selda-mi@unicatt.it
dal 25 gennaio al 25 febbraio
KIRAKIRÀ: lo scintillante mondo di Murakami Takashi
La mostra, organizzata da Contemporary Concept, è inserita nelle celebrazioni ufficiali del 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia ed anche nella programmazione degli eventi culturali della Manifestazione Nipponica 2016. L’artista ha creato attraverso la Hiropon Factory, oggi KaiKai Kiki Co., uno straordinario mondo intriso di tradizione giapponese e cultura pop, dove ha sublimato le paure più forti della società nipponica, come la bomba atomica (grande spauracchio della sua generazione) e lo tsunami, quest’ultimo raccontato ed esorcizzato nel ciclo di Arhat. Un universo, quello di Murakami (Tokyo, 1962), in movimento continuo tra tradizione e mercato, da una parte il nihonga (pittura tradizionale) e dall’altro il mondo otaku, termine con il quale vengono chiamati i “nerd” giapponesi, dediti a manga, anime e travestimenti cosplay. L'evento è organizzato in collaborazione con Confcommercio - Ascom Bologna, Nipponica, Accademia Europea di Manga, Centro Studi d’Arte Estremo Orientale, Patrimonio LV, Deodato Arte Gallery Milano.
Galleria Cavour, 1 L, 40124 Bologna
Mercoledì 25 gennaio: Apertura mostra ore 17.00 – 21.00, Giovedì 26: 10.00 – 21.00
ART CITY BOLOGNA Venerdì 27: 10.00 – 21.00, Sabato 28: 10.00 – 24.00
ART CITY WHITE NIGHT Domenica 29: 10.00 – 21.00
https://www.facebook.com/KirakiraMurakamiTakashi/
contemporaryconceptevents@gmail.com
dal 23 gennaio al 27 gennaio
OSAKA VISTA DA UN MILANESE
La mostra del "milanese" Alberto Moro, presidente dell'Associazione Culturale Giappone in Italia, celebra i 150 anni delle relazioni fra Italia e Giappone e i 35 anni di gemellaggio tra Milano e Osaka attraverso l'esposizione di 20 fotografie che narrano tradizione e modernità, differenze e similitudini tra le due città. Il primo settembre scorso (2016) la mostra, inaugurata dal Console Generale, Marco Lombardi, è stata ospitata fino al 9 settembre nell'atrio d'onore del Municipio del Comune di Osaka. Accanto ad Alberto Moro, erano presenti i responsabili di ACGI "Associazione culturale tra Giappone e italia" organizzatori dell'evento, il Vice Presidente della Camera di Commercio di Osaka Shiga e il direttore dell'Istituto di Cultura Italiana ad Osaka Stefano Fossati
Urban Center in Galleria Vittorio Emanuele II 11,12 Milano
orari: 9,00- 18,00
Inaugurazione della mostra: 23 gennaio 18,00- 20,00
http://www.giapponeinitalia.org
info@giapponeinitalia.org
dal 21 gennaio al 5 febbraio
IL SEGNO E LA LUCE2
l'Associazione Zen in Art presenta le opere degli artisti Franca Franchi ,scultrice del vetro e del cristallo, e Massimo Tosini (pittore) fondatori delmovimento “Zen in Art – Per un’Estetica Zen” Gli artisti si ispirano al pensiero e all’estetica Zen in chiave contemporanea ed in particolare al pensiero del filosofo e maestro Zen giapponese Shinichi Hisamatsu; nel loro percorso crearivo sono seguiti dal grande critico Gillo Dorfles, autore di numerosi scritti sull’estetica Zen.
Durante l’inaugurazione verrà proiettato un video in cui sarà proprio il critico Gillo Dorfles a presentare gli artisti e le loro opere.
presso il Circolo degli Artisti, Pozzo Garitta, 32 Albissola Marina (Savona)
Inaugurazione sabato 21, gennaio 2017, ore 16,30
http://www.circoloartistialbisola.it/
circ.artistialbisola@libero.it
il 21 gennaio
TRIO DI DONNE DI OSAKA
Le tre soprano Yumi Hashimoto, Yasuko Morimoto e Yuka Matsutani si esibiranno in una serie di brani della tradizione italiana e giapponese, accompagnate dalla pianista Hanako Ozawa.
Attraverso la musica come veicolo di scambio culturale il concerto si prefigge di celebrare i 150 anni del Trattato di Amicizia Giappone-Italia e il gemellaggio tra le città di Osaka e Milano. Le tre soprane hanno studiato musica ad Osaka, famosa per i numerosi giardini di ciliegio, il cui fiore (sakura) era per i nobili del periodo Heian un oggetto di contemplazione e celebrazione in canto che costituiva un elemento di distinzione ed eleganza. Il sakura è il fiore nazionale giapponese. Fin dai tempi antichi, è strettamente legato alla vita dei giapponesi. Infatti la sua fioritura segnala lʼinizio della raccolta del riso, che costituisce la base della cultura alimentare giapponese. Inoltre il sakura è un caposaldo per i giapponesi, i quali ne celebrano la delicata bellezza durante il periodo della fioritura. Fioritura che in passato era un segno premonitore della salute dei raccolti. Proprio attraverso il fiore di sakura, tanto caro ai giapponesi, le tre soprano cercheranno di trasmettere la bellezza del Giappone e di Osaka a tutti gli italiani.
Casa di Riposo Giuseppe Verdi, C,so Buonarroti, 21
inizio concerto: ore 16.30
Ingresso gratuito
Per informazioni:Casa di Risposo G. Verdi, tel. 02.4996009
http://www.giapponeinitalia.org
info@giapponeinitalia.org info@casaverdi.it
il 6 gennaio
CONCERTO PER LA PACE E L'AMICIZIA
Il concerto per la pace e l’amicizia è organizzato dal Fukushima Musikverein Chor, in occasione della sua tournée europea, in collaborazione con il Coro Bach di Milano. Il Coro Fukushima è stato fondato nel 1990 da Korai Masanobu, per il desiderio di creare un coro capace di tenere esecuzioni di alto livello in Giappone e all’estero. Dalla fondazione il Coro ha organizzato concerti in Giappone e a Vienna, Berlino, Lipzig Seoul, Bratislava, Chemnitz. Il coro è riconosciuto nell’ambiente per i molti concerti con la Fukushima Musikverein Orchestra. Nel loro vasto repertorio è presente la musica sacra, la musica occidentale fino alla contemporanea, e anche i compositori giapponesi tradizionali e contemporanei. Il programma prevede musiche di Yamada Kosaku, Takata Saburo, Takemitsu Toru (Fukushima Musikverein Chor) musiche di Bruno Bettinelli, Serghei Rachmaninov, Morten Lauridsen(Coro Bach di Milano) e Messa no.2 D167 G maggiore di Schubert, Magnificat RV610 di Vivaldi (Fukushima Musikverein Chor e Coro Bach di Milano).
Santuario di Santa Maria dei Miracoli e San Celso in corso Italia, 37 - Milano
inizio concerto alle ore 15
ingresso gratuito.
http://www.fukushimamusikvereinchor.com
info@fukushimamusikvereinchor.com