Japanese (日本語)
EVENTI CON LA PARTECIPAZIONE DEI CONSOLI NEL 2018
Archivio degli eventi: 2017 |2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010

VISITA AI JAPAN BOOTH DI MICAM E MIPEL (18 settembre 2018)

  Dal 16 al 19 settembre si sono svolte a Milano MICAM, la Fiera Internazionale delle Calzature, e MIPEL, la Fiera Internazionale degli Articoli di Pelletteria. In ogni appuntamento di queste due fiere, sono presenti anche gli stands del Giappone dove le aziende espositrici presentano alle persone dei due settori i propri manufatti, richiamando così l’attenzione dei visitatori.
  Il 15 settembre, alla residenza del Console Generale, ha avuto luogo una serata alla quale sono stati invitati gli espositori dei Japan Stands ed i rappresentanti degli enti organizzatori delle fiere e insieme hanno discusso vivacemente sul futuro dei prodotti della pelletteria in Giappone, in Italia e in tutto il mondo.
  Inoltre, il giorno 18, il Console Generale Amamiya ha visitato i Japan Stands di MICAM e MIPEL. Le aziende giapponesi, che si sforzano di entrare nel mercato internazionale, hanno presentato i loro prodotti ai visitatori sottolineandone l’eccezionalità della qualità.
  Speriamo che la qualità dei prodotti giapponesi piano piano, possa essere riconosciuta in tutto il mondo.


Il Console Generale Amamiya visita il Japan Booth del MICAM(il primo da sinistra)


Il Console Generale Amamiya visita il Japan Booth del MIPEL(destra)


Partecipazione al Congresso Internazionale co-organizzto dall’Università di Ryukoku e dal Politecnico di Torino (11 settembre 2018)

  Il giorno 11 settembre il Console Generale Aggiunto Tominaga ha presenziato ed è intervenuto con un saluto alla conferenza internazionale “Promoting the Smart, Sustainable and Inclusive Development of Inner Areas”, organizzata congiuntamente dal Politecnico di Torino, dalla Ryukoku University di Kyoto e dall’Università di Torino presso la sede del Politecnico di Torino. Il Console Tominaga, nel corso del suo intervento, facendo riferimento al 14° Comitato Congiunto Giappone - Italia sulla Cooperazione scientifica e tencologica, tenutosi a Roma l’anno scorso, ha illustrato la società, che prende forma nel progetto Society 5.0, la quale ha prodotto nuovi valori che fino a questo momento non esistevano, basandosi sul concetto che si esprime nel neologismo: “Internet of Things (IoT)”, secondo cui tutte le persone e le cose sono collegate e le più svariate conoscenze e informazioni condivise. Inoltre grazie all’intelligenza artificiale (AI) cominciano ad essere disponibili informazioni utili in tempi utili; il Console inoltre si è espresso positivamente sul fatto che tramite la tecnologia della robotica e dei veicoli automatici, etc. si possa nutrire la speranza che vengano finalmente superate questioni importanti, quali, per esempio, il declino del tasso di natalità e l’invecchiamento della popolazione, lo spopolamento delle zone rurali, il divario tra ricchi e poveri. La conferenza ha ottenuto il patrocinio di codesto Consolato, e dell’Urban Center di Torino. In tutte le sessioni della conferenza si è poi svolto un animato scambio di opinioni tra i professori presenti.


Il Console Generale Aggiunto Tominaga rivolge un saluto


Il saluto del professor Shiraishi dell’Università Ryukoku co-organizzatrice della conferenza e un momento dell’evento


Partecipazione del Console Generale al “Festival Internazionale delle ceramiche d’arte di Faenza” (con esposizioni dalle città di Toki e Kyoto) (31 agosto e 1 settembre 2018)

  Nelle giornate del 31 agosto e del 1° settembre il Console Generale Amamiya ha presenziato all’inaugurazione di Argillà Italia 2018, 60° Festival Internazionale della ceramica (Mostra mercato e concorso internazionale della ceramica d’arte contemporanea) organizzato nella città di Faenza, nonché alla cerimonia di accoglienza da parte del Sindaco di Faenza Sig. Malpezzi.
  Durante il periodo della mostra, la popolazione della città, che ammonta a circa 500mila persone, ha raggiunto con la presenza dei turisti il ragguardevole numero di 100mila persone. Faenza è rinomata anche in Europa come una delle città che maggiormente si distinguono per le ceramiche, e questa mostra, istituita nel 1938, vanta uno dei concorsi internazionali più antichi, nel quale fino a questo momento sono stati premiati più di 50 ceramisti giapponesi.   Il ceramista Tomokazu Hirai nel 1979 ha ricevuto il primo premio, e da allora è dedito ad una fervida attività di produzione di ceramiche sia in Giappone come in Italia, e ha dato un notevole contributo nel suo ruolo di “ ponte di cultura tra i due paesi”.
  L’artista, su richiesta della città di Faenza, in questa edizione della mostra è riuscito a realizzare una partecipazione di ceramisti, in prevalenza giovani, dalle città di Toki e Kyoto. Ragguardevole è il numero dei visitatori affluiti agli stand espositivi di entrambe le città, mentre da parte degli organizzatori sono stati espressi grande apprezzamento e gratitudine per i manufatti di eccelsa qualità esposti.
  Il Console Generale Amamiya si è intrattenuto con il Sindaco Malpezzi, il Vice sindaco Isola (presidente dell’Associazione Italiana città della ceramica), la direttrice del Museo Internazionale delle Ceramiche MIC Casali, in uno scambio di opinioni sulla futura attività di promozione delle relazioni culturali tra il Giappone e l’Italia attraverso eventi e scambi tra le città gemellate di Faenza e Toki (in quest’occasione era presente il vice Sindaco sig. Kato). Il Console inoltre ha manifestato la sua convinzione che una partecipazione attiva dal Giappone a questo tipo di manifestazioni porterà ad un incremento dell’esportazione delle ceramiche d’arte giapponesi.


Il Sindaco Malpezzi (secondo da sinistra), il Console Generale Amamiya, il vice Sindaco Isola (Presidente dell’Associazione Italiana città della Ceramica), etc.


Con il Sindaco (in centro) il Direttore del MIC (estrema sinistra) e i partecipanti allo stand espositivo della città di Toki


Con il sindaco (in centro) il Direttore del MIC (l’ultima a destra in fondo)


Partecipazione al Global Network for Japanese Language Education - Venezia 2018 (2 agosto 2018)

  Il 2 agosto il Console Generale Amamiya ha presenziato al congresso internazionale sulla lingua giapponese “International Conference on Japanese Language Education - Venice 2018” (evento patrocinato da codesto Consolato), e rivolto un saluto durante l’inaugurazione. Il congresso, organizzato con cadenza biennale, si è tenuto quest’anno per la prima volta in Europa. Alla presenza di circa 700 professori di lingua giapponese, provenienti da tutto il mondo, si è svolto un vivace dibattito sul tema “un dialogo per la pace” su quale debba essere l’insegnamento della lingua giapponese.
  L’università Cà Foscari di Venezia, un’ università Statale istituita nel 1868, si distingue per una fiorente ed eccellente attività di studio e ricerca sul Giappone che vanta numeri sorprendenti: nell’anno corrente 2018, 1375 sono gli studenti universitari che hanno scelto un corso di laurea con specializzazione in lingua giapponese, 470 è invece il numero degli studenti che hanno scelto il giapponese come seconda lingua, 15 i docenti di ruolo di giapponese, 5 i docenti a contratto, 10 i professori di giapponese madrelingua, 215 gli studenti che studiano in Giappone ogni anno, 33 le convenzioni che l’università ha stipulato con università e istituti di lingua giapponese in Giappone. E non finisce qui: la Camera di Commercio e Industria giapponese in Italia ha firmato con l’ università un memorandum sulla formazione e sviluppo di nuove risorse umane, competenti e preparate, creando un sistema di cooperazione finalizzato non solo al tirocinio nelle aziende giapponesi, ma anche all’attività di reperimento di un impiego. Marcella Mariotti, professore associato di lingua giapponese presso la Ca’ Foscari, nonché prima presidente non giapponese di Association of Japanese Language Teachers in Europe (AJE), ha scelto Venezia come sede dell’evento.
  Inoltre il giorno 4 agosto i rappresentanti della delegazione della Commissione Permanente della Salute, Lavoro e Welfare: il parlamentare Jun Matsumoto, direttore e capo delegazione, e il parlamentare Koichi Yamauchi, hanno partecipato al congresso, e rivolto parole di incoraggiamento ai docenti giapponesi.


Il console generale Amamiya tiene uno speech durante l’inaugurazione (2 agosto)


Presso l’ Università Cà Foscari di Venezia: da destra il presidente della Camera di Commercio e Industria Giapponese Iseda,
il Console Generale Amamiya e il vice presidente della Camera di Commercio Hosoda (2 agosto)


Università di Venezia: Il parlamentare sig. Jun Matsumoto rivolge un saluto di incoraggiamento
alle centinaia di insegnanti di lingua giapponese presenti. (4 agosto)


Il parlamentare sig. Koichi Yamauchi tiene un saluto di incoraggiamento


Entrambi i parlamentari prestano ascolto all’intervento dei partecipanti
(a sinistra la prof. Marcella Mariotti presidente di Association of Japanese Language Teachers in Europe (4 agosto)


Nel cortile dell’università: da sinistra il Console Generale sig. Amamiya, il parlamentare Matsumoto,
il presidente Mariotti, il parlamentare Yamauchi, e il direttore dell’Istituto di Cultura giapponese a Roma Nishiki.


Il Console Generale Amamiya si reca in visita di cortesia dal Sindaco di Torino (24 luglio 2018)

  Il 24 luglio il Console Generale Amamiya si è recato, insieme ai rappresentanti della Camera di Commercio e Industria Giapponese in Italia: il presidente e alcuni membri della filiale di Torino, in visita di cortesia dal Sindaco di Torino sig.ra Chiara Appendino, cogliendo l’occasione della sua partecipazione alla riunione ordinaria che la Camera di Commercio aveva organizzato a Torino.
  Il Console Generale sig. Amamiya nel suo intervento ha sottolineato che si è riscontrato in Italia un incremento dell’interesse verso il Giappone, nonché una crescita del numero dei turisti in Giappone, grazie anche alla popolarità che la cucina giapponese ha acquisito dopo Expo Milano 2015, dedicato al tema dell’alimentazione, e varie iniziative tra cui le celebrazioni per il 150° anniversario delle relazioni diplomatiche tra Italia e Giappone nel 2016; ha inoltre ricordato l’attività di scambio tra le città gemellate di Torino e Nagoya. Egli si è poi augurato che, dopo la ratifica ed entrata in vigore dell’accordo di partenariato EPA tra Giappone ed Unione Europe, possano rafforzarsi gli scambi commerciali tra i due paesi, e allo stesso modo intensificarsi gli scambi culturali attraverso eventi di grande portata internazionale quali la Rugby World cup 2019 e i Olympic and Paralympic Games Tokyo 2020. Inoltre egli ha richiesto sostegno e collaborazione per la candidatura di Osaka- Kansai per Expo 2025.
  Il presidente della Camera di Commercio e Industria Giapponese in Italia sig. Iseda ha invece presentato la Camera di Commercio e il rinnovato contributo ad incrementare la presenza delle filiali di aziende giapponesi in Italia.
  L’assessore al Commercio sig. Sacco ha infine espresso il desiderio di avviare un dibattito sulla promozione del turismo in entrambe le direzioni, ed ha evidenziato l’importanza di rafforzare la cooperazione nell’ambito del business.


il sindaco Chiara Appendino (guardando di fronte, Il terzo da destra) tiene il pupazzo di Pikachu, mascotte di Osaka Expo 2025, il Console Generale Amamiya (alla sinistra del sindaco, guardando di fronte), Iseda, presidente della Camera di Commercio e Industria Giapponese in Italia (nonchè direttore della filiale della banca Tokyo Mitsubishi UFJ). E ancora, 3 rappresentanti delle aziende associate alla Camera di Commercio Giapponese- filiale di Torino, e due rappresentanti del comune di Torino: Alberto Sacco, assessore al commercio e Antonella Detta delle relazioni internazionali e progetti europei)


Partecipazione del Console Generale Amamiya al “Tanabata” (evento e scambio culturale tra il Planetario di Milano e il Planetario di Tokyo con il patrocinio del Consolato) (7 luglio 2018)

  Il 7 luglio il Console Generale sig. Amamiya ha partecipato al “Tanabata”, evento culturale coorganizzato dall’associazione culturale “LOfficina” e dal Planetario di Milano, e patrocinato da codesto Consolato. Nella sala del Planetario, cogliendo l’occasione di un collegamento in diretta via internet con il Planetario di Tokyo “Gingaza”, si è svolta una conversazione dal vivo in cui i partecipanti di entrambi i planetari hanno espresso i loro desideri legati al Tanabata. Successivamente la curatrice artistica dott.ssa Pasqualini, con l’ausilio del grande schermo del planetario, ha tenuto una conferenza coinvolgente, illustrando i miti di Kaguya Hime e Urashima Taro e altre leggende legate alla tradizione giapponese, al tanabata e alle costellazioni autunnali; ella inoltre ha offerto un’interpretazione sui differenti nomi che assumono le costellazioni in Occidente e in Giappone, rendendo l’evento meraviglioso, anche grazie alle numerose persone affluite in sala, un pubblico eterogeneo che spaziava da signori di una certa età a famiglie con bambini. Tutti i partecipanti al termine dell’evento hanno scritto un desiderio sui tanzaku (bigliettini) e lo hanno appeso all’albero di bambù allestito fuori dall’ ingresso del planetario.
Anche se le interpretazioni in materia di stelle differiscono tra oriente e occidente, identico è il sentimento di mistero che ha colto tutti noi al cospetto delle eterne stelle in questa romantica condivisione che ha unito Giappone e Italia nel giorno del Tanabata.


Da sinistra : due rappresentanti del planetario, il Console Generale Amamiya e consorte, la signora Pasqualini, curatrice del Planetario.


Ciascun partecipante appende all’albero di bambù il proprio desiderio affidato al tanzaku


Incontro amichevole tra i soci della Camera di Commercio e Industria Giapponese in Italia presso la Residenza del Console Generale (3 luglio 2018)

  Il 6 giugno, il “Kanazawa Hakka”, gruppo organizzato dai presidenti o manager degli otto hotel più prestigiosi di Kanazawa, ha tenuto un seminario sul turismo nella prefettura di Ishikawa durante il quale il Console Generale Amamiya ha rivolto un saluto ai partecipanti, menzionando le principali attrazioni di Kanazawa.
  Il 3 luglio codesto Consolato, in collaborazione con la Camera di Commercio e Industria Giapponese in Italia, ha organizzato presso la residenza del Console Generale l’ “Aperitivo”, uno scambio amichevole tra i soci ordinari (di aziende affiliate al Giappone) e i soci osservatori.
  Ad apertura dell’aperitivo il presidente della Camera di Commercio e Industria sig. Iseda ha illustrato le attività intraprese quest’anno dall’ente; successivamente sono state presentate le nuove aziende associatesi di recente.
  Anche il Console Generale sig. Amamiya ha osservato, in un saluto rivolto a tutti i soci presenti, che, grazie agli eventi che ci attendono a breve quali l’entrata in vigore dell' accordo di partenariato economico EPA tra Giappone e UE, e le Olimpiadi di Tokyo 2020, si profileranno nuove opportunità per tutte le aziende giapponesi e italiane, e ha espresso pertanto l’augurio che questo momento possa rappresentare per le aziende di entrambi i paesi un’ulteriore occasione per rinsaldare i loro rapporti di collaborazione.
  Durante la conversazione i soci, pur appartenendo a diversi settori commerciali, colloquiavano animatamente e liberamente tra di loro, assaporando pietanze quali il sushi e l’ anguilla.


(sinistra) il presidente sig. Iseda rivolge un saluto


Il Console Generale sig. Amamiya e il cuoco della residenza sig. Fujimori


Uno scorcio della sala


Partecipazione al seminario del “Kanazawa Hakka” sul turismo nella prefettura di Ishikawa (14 giugno 2018)

  Il 6 giugno, il “Kanazawa Hakka”, gruppo organizzato dai presidenti o manager degli otto hotel più prestigiosi di Kanazawa, ha tenuto un seminario sul turismo nella prefettura di Ishikawa durante il quale il Console Generale Amamiya ha rivolto un saluto ai partecipanti, menzionando le principali attrazioni di Kanazawa.
  Durante il seminario è stato spiegato che a Kanazawa i visitatori possono vedere diverse abitazioni antiche e godere della cucina di Kaga (cucina tradizionale locale) e, che tutto sommato, questa città rappresenta l’essenza del Giappone. Sono già noti luoghi come il Kenroku-en (giardino giapponese), il Castello di Kanazawa e l’Omicho-ichiba (mercato), ma del resto ci sono tanti altri posti da visitare in città e dintorni dove i turisti potranno godere del loro soggiorno.
  Inoltre, la città di Kanazawa fa del suo meglio per invitare ad eventi come le conferenze internazionali e, se si vuole, vi è anche la possibilità di tenere un party amichevole in un edificio tra le mura del castello.
  Perché non andate a visitare Kanazawa?


Il Console Generale Amamiya rivolge un saluto


Con membri di “Kanazawa Hakka”


Visita a Treviso, Abano Terme e Verona (7-8 giugno 2018)

   Il 7 e 8 giugno il Console Generale Amamiya ha visitato Treviso, Abano Terme e Verona. Treviso è legata da un patto di amicizia con Ichinomiya nella Prefettura di Aichi, invece Abano Terme è una città gemellata con Shibukawa nella Prefettura di Gunma e Verona con Nagahama nella Prefettura di Shiga.
  Durante le visite a ciascun comune, il Console Generale ha incontrato il sindaco o l’assessore con delega ai gemellaggi, ha ascoltato sulla situazione delle relazioni con le città giapponesi e ha scambiato opinioni su come rafforzare i legami tra i cittadini dei due paesi. Dalla conversazione si è chiaramente evinto che tutte le città stanno facendo del loro meglio per realizzare questo argomento.
  A Treviso il Console Generale è stato ricevuto anche dall’Associazione Culturale Nipponbashi la cui attività principale è di diffondere la cultura giapponese, e dalla Galleria delle Prigioni che sta preparando in questo periodo proprio una mostra a tema Giappone. Entrambi hanno mostrato al Console Generale i loro progetti futuri.
  La Vostra città ha qualche rapporto con altre città all’estero? Se avete occasione, partecipate anche Voi agli eventi per la promozione dello scambio culturale.


Con il Professor Luciano Franchin, Assessore a Treviso


Con il Signor Federico Barbierato, Sindaco di Abano Terme


Con il Signor Filippo Rando, Assessore a Verona


Con la Signora Elena Grosso, Presidente dell'Associazione Culturale Nipponbashi


Partecipazione al Concerto “TRIO DI DONNE DI OSAKA” (8 giugno 2018)

  Il giorno 8 giugno il Console Generale Aggiunto sig. Tominaga ha partecipato al concerto “TRIO DI DONNE DI OSAKA”, organizzato presso la Palazzina Liberty di Milano per celebrare i 37 anni del gemellaggio tra le città di Osaka e Milano, e nell’occasione ha rivolto un saluto. Il concerto è stato organizzato dall’Associazione Culturale Giappone in Italia (il cui rappresentante è il sig. Alberto Moro) in collaborazione con il Comune di Milano, e con il patrocinio di codesto Consolato e del comune di Osaka. La sala era gremita di un pubblico ispirato, e commosso dai meravigliosi brani italiani e giapponesi intonati: “Kōjō no Tsuki” (Luna sopra il Castello in Rovina), “Hana”, “Karamatsu” (Larice giapponese) , “Karatachi no hana”, “furusato”, e brani di Rossini, Donizetti e Verdi. Questi scambi tra Giappone e Italia rappresentano un ulteriore stimolo alle relazioni tra le due città gemellate.


Da sinistra le signore Yōko Yamagishi (pianista) , Kayoko Miyamoto (soprano), il Console Generale Aggiunto il sig. Tominaga e consorte e Yasuko Morimoto (soprano)


La signora De Marchi, Presidente della Commissione Pari opportunità e diritti civili del Comune di Milano rivolge un saluto in rappresentanza del Comune


Il Console Generale Aggiunto sig. Tominaga rivolge un saluto e fa riferimento alle opportunità di lavoro a Osaka


Da sinistra le signore Yōko Yamagishi (pianista) , Kayoko Miyamoto (soprano), Yasuko Morimoto (soprano) il Console Generale Aggiunto il sig. Tominaga e consorte ,
infine Akiko Endo (soprano) e Asaki Yasuo (baritono) , residenti a Milano che sono intervenuti nella seconda parte del concerto


Partecipazione all'Inaugurazione del Padiglione del Giappone | 16ma edizione della Biennale di Architettura di Venezia (24 maggio 2018)

  Il 24 maggio il Console Generale Amamiya ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione del Padiglione del Giappone (a cura della Japan Foundation) alla 16ma edizione della Biennale di Architettura di Venezia, e nell’occasione ha rivolto un saluto ai presenti.

  Gi spazi della Biennale ospitano i padiglioni permanenti di 30 paesi, e tra questi il padiglione del Giappone, il primo tra i padiglioni dei paesi asiatici ad essere stato istituito, nel 1956. 70 sono i paesi che espongono quest’anno alla Biennale.

  Al Padiglione del Giappone un team formato da Laurent Stalder e Yu Iseki, insieme al curatore, il signor Momoyo Kaijima, presenta la mostra dal titolo “Etnografia Architettonica”, che si sviluppa intorno a questo concetto, sensibilizzando ad una riflessione e discussione sul futuro della società, attraverso una serie di disegni realizzati da quarantadue autori, tra cui figurano università, studi di designers, architetti ma anche artisti contemporanei attivi sia nel paese che all’estero (La mostra rimarrà in programmazione fino al 25 novembre).


In ordine da destra a sinistra: il Console Generale sig. Amamiya, il Vice presidente esecutivo di Japan Foundation signora Tsuka, il direttore dell’Istituto Giapponese di cultura di Roma sig. Nishibayashi, il curator sig. Kaijima, i signori Laurent Stalder e Yu Iseki


Il pubblico riunito all’opening del Padiglione del Giappone. Sul palco gli artisti espositori al Padiglione del Giappone si radunano all’incitazione del curatore Sig. Kaijima.


ph: Andrea Sarti / CAST1466


“Undokai” della Scuola Giapponese di Milano (12 maggio 2018)

   Il 12 maggio si è svolto L’Undokai (Festival dello sport) della scuola giapponese di Milano (Milalympic 2018); il Console Generale Amamiya ha partecipato come ospite d’onore.
   Durante l’inaugurazione il preside Maruta (originario della prefettura di Kagoshima) ha spiegato, facendo riferimento alla corrente serie televisiva (drama Taiga) “Saigoudon” trasmessa dall’emittente televisiva NHK, che il tifo “Gambare!!! (forza!)” a Kagoshima si dice “ Chesto”, e poi si è lanciato nel tifo all’unisono con gli studenti. Il Console Generale Amamiya, non da meno, ha incoraggiato tutti a partecipare con energia ed entusiasmo. La sede dell’evento straripava di studenti della scuola, che gareggiavano in un tifo sfrenato durante la corsa a staffetta e negli altri appuntamenti sportivi previsti nel ricco programma della giornata.


il Preside Maruta (a sinistra) e il Console Generale Amamiya


Partecipazione all’Inaugurazione della Mostra “Sisyu - Satori, la Percezione dello Spirito”(10 maggio 2018)

   Il 10 maggio il Console Generale Amamiya ha partecipato all’inaugurazione della mostra “Sisyu - Satori, la percezione dello spirito”, organizzata dalla Fondazione Luciana Matalon (presieduta dal presidente Taietti) e ha rivolto un saluto ai presenti.
   La signora Matalon, fondatrice della Fondazione che porta il suo nome, è una nota pittrice, scultrice e designer di gioielli. Ella ha inoltre sostenuto giovani artisti provenienti da vari paesi esteri, impegnandosi nell’organizzazione di mostre,conferenze, eventi musicali, spettacoli teatrali, e altri momenti culturali.
   Codesto Consolato ha supportato con il proprio patrocinio in tre precedenti occasioni (nota) la Fondazione, dedita alla realizzazione di eventi di alto livello culturale, che si fondano su una comprensione profonda della cultura giapponese. Questa mostra “Sisyu - Satori” fa salire a quattro il numero dei patrocini conferiti.
   La maestra Sisyu ha già esposto in passato le sue opere in Italia: al Padiglione del Giappone in occasione di Milano Expo (2015), al Salone del Mobile di Milano ((2014 - 2017), e alla Biennale di Venezia (2005 - 2011), e ha un cospicuo seguito di fan (anche il presidente Taietti è uno di loro). Tuttavia questa è la sua prima mostra personale. La maestra Sisyu illustra in rapida successione le espressioni di un’arte originale e unica, (costituita, tra le altre, da opere calligrafiche pittoriche e scultoree), capace di sublimare lo “Sho” (書scrittura, calligrafia), una delle espressioni culturali tradizionali giapponesi; e nell’occasione di questa mostra rivela nuove opere shunga nella forma di sculture mobili e sospese e dipinti ukiyo-e.
   La maestra Sisyu ha tenuto una meravigliosa dimostrazione ad apertura dell’evento.
   Ci auguriamo che a Milano, punto di riferimento e di partenza a livello mondiale per le nuove suggestioni e tendenze nell’ambito della moda, del design e delle arti, grazie alla bellezza delle opere della maestra Sisyu prenda forma una chiara visione dell’arte contemporanea giapponese, e che lo scambio culturale, umano nonchè la comprensione reciproca tra Giappone e Italia si rafforzino ulteriormente.

(nota) la mostra collettiva di artisti giapponesi sul tema del “Mottainai”, la mostra fotografica di Felice Beato (visse a Yokohama per 20 anni, a partire dal 1863) e la mostra fotografica sulla Flotta perduta di Kubilai Khan.


Sisyu tiene una dimostrazione


Il Console Generale Amamiya (al centro), la maestra Sisyu (sinistra) e il presidente della Fondazione
Taietti (destra) rivolgono un saluto ad aperture dell’evento


I visitatori contemplano entusiasti le opere


Partecipazione al Concerto Lirico presso la Casa di Riposo per Musicisti “ Giuseppe Verdi” (6 maggio 2018)

   Il 6 maggio il Console Generale sig. Amamiya ha assistito al Concerto Lirico organizzato dal sig. Vittorio Terranova, ex- docente al Conservatorio “ Giuseppe Verdi” di Milano. L’evento ha avuto luogo presso il Salone d’Onore della Casa di riposo per musicisti “Giuseppe Verdi”.
   Durante il Concerto la soprano Eriko Sumiyoshi e il tenore Hiroaki Kaido, che svolgono a Milano una fervente attività musicale, hanno interpretato alcuni brani tratti delle opere di Verdi: Quando le sere al Placido …tratto da “Luisa Miller”, e “Addio del passato” dalla Traviata , il brano “Addio fiorito asil” dall’Opera “Madama Butterfly di Puccini, e brani di altri musicisti; inoltre, alla richiesta di un “bis”, hanno intonato la canzone italiana “Oh Sole mio” e i canti giapponesi “Hatsukoi” “Matsushima ondo”, ricevendo sonori applausi da parte dei numerosi ex-cantanti presenti, ai loro tempi attivi al Teatro alla Scala, e in altri prestigiosi teatri internazionali.
   Il Sig. Terranova, precedentemente dedito all’insegnamento, oltre ad aver svolto l’attività di tenore classico ed essersi esibito nei più importanti teatri del mondo, compreso il teatro alla Scala, è stato un professore di canto altamente stimato, impegnato nella formazione di molti eccellenti cantanti. Egli ha svolto la sua attività artistica anche all’estero, dove è stato invitato a partecipare in qualità di membro della giuria al Concorso internazionale di canto lirico, a tenere master class, e a ricoprire altri prestigiosi ruoli. Egli inoltre da più di 25 anni è attivo in Giappone come tenore, e ancora, infonde fervore e passione nell’insegnamento dell’opera italiana, tenendo master class, per esempio, e altri corsi formativi in ambito musicale. L’anno scorso in Giappone è stato istituito in suo onore il “Concorso internazionale di canto Vittorio Terranova”, nel quale Hiroaki Kaido si è classificato primo. Lo stesso concorso da quest’anno si è avvalso del patrocinio dell’Ambasciata Italiana e dall’Istituto di Cultura italiana a Tokyo, e tra i suoi obiettivi si pone anche quello di scoprire nuovi giovani talentuosi giapponesi, e di offrir loro l’opportunità di esibirsi in Italia.
   Ci auguriamo che questo concorso possa assurgere al ruolo di “ponte culturale” tra Italia e Giappone, e così contribuire allo sviluppo delle relazioni tra i due paesi nell’ambito delle arti e della cultura.


da sinistra Nelson Calzi (pianista del Teatro alla Scala di Milano), Eriko Sumiyoshi (soprano), Terranova, ex-docente del Conservatorio G.Verdi di Milano (tenore)
Hiroaki Kaido (tenore), il Console Generale Amamiya, e Kiyotaka Uchida (pianista)


Partecipazione all’Evento della Prefettura di Gifu “Casa Gifu Ⅲ” al Milano Design Week (17 aprile 2018)

   Il 17 aprile la prefettura di Gifu ha inaugurato l’esposizione “Casa Gifu Ⅲ”, in occasione della Milano Design Week e del Salone del Mobile; il Console Generale Sig. Amamiya ha visitato gli spazi espositivi; egli, inoltre, ha preso parte al ricevimento che si è tenuto nella prima giornata, e ha rivolto un saluto ai presenti. La prefettura di Gifu partecipa da tre anni consecutivi a questo evento, il più grande che sia organizzato a Milano, e, nella sua attività di promozione dell’industria locale all’estero, ogni anno si propone un obiettivo diverso: due anni fa la promozione di utensili artigianali in legno e “washi” della città di Mino, l’anno scorso di “katane” (spade) e oggetti di coltelleria, mentre quest’anno protagoniste sono le porcellane e le ceramiche. Il Governatore della prefettura di Gifu il Sig. Furuta, i sindaci delle città di Tajimi, Mizunami, Takayama, Toki e del villaggio di Shirakawa, i consiglieri e il personale dello staff si sono recati in visita in Italia, dove si sono dedicati alla promozione delle loro rinomate porcellane e ceramiche.


Il Console Generale Sig. Yuji Amamiya rivolge un saluto


Il governatore di Gifu Sig. Furuta rivolge un saluto


Scorcio esterno della sala dell’esposizione


Il Sig. Hiraiwa, vicepresidente del Consiglio della prefettura di Gifu e il Console Generale Sig. Amamiya visitano gli spazi espositivi


Cerimonia di Immatricolazione degli Studenti della Scuola Supplementare di Milano (14 aprile 2018)

   Il giorno 14 aprile si è tenuta la cerimonia di immatricolazione per l’anno 2018 della scuola supplementare giapponese di Milano; il Console Generale Sig. Amamiya ha presenziato all’evento come ospite d’onore, e rivolto un saluto benaugurale alle 54 matricole: 19 dell’asilo nido, 12 della scuola elementare, 12 della scuola media e 11 delle superiori, e naturalmente ai loro genitori. Il Console Generale ha inoltre manifestato il proposito e il desiderio di impegnarsi al fianco della Sig.ra Iso e degli insegnanti nella promozione dell’insegnamento della lingua giapponese a beneficio degli studenti.


Il Console Generale Sig. Yuji Amamiya rivolge un saluto benaugurale


Cerimonia di Immatricolazione degli studenti della Scuola Giapponese di Milano (11 aprile 2018)

   Il giorno 11 aprile si è tenuta la cerimonia di immatricolazione per l’anno 2018 della scuola giapponese di Milano; il Console Generale Sig. Amamiya ha presenziato all’evento come ospite d’onore, e rivolto un saluto benaugurale alle 15 matricole della scuola elementare, alle 6 matricole della scuola media, nonché ai loro genitori. Egli inoltre, unitamente al Preside il Sig. Maruta e agli insegnanti, ha espresso la necessità di prestare attenzione a temi importanti, quali la sicurezza e la formazione degli studenti.


Il Console Generale Sig. Yuji Amamiya rivolge un saluto benaugurale


Partecipazione al simposio internazionale “Italy and Japan: Relations and Exchanges through the Arts” (5 aprile 2018)

   Nei giorni 5 e 6 aprile ha avuto luogo presso l’Università degli Studi di Milano il simposio internazionale: “Italy and Japan: Relations and Exchanges through the Arts”, (rapporti e scambi in campo artistico e creativo tra Italia e Giappone); il Console Generale ad Interim Sig. Tominaga ha presenziato alla sessione della prima giornata, e ha rivolto un saluto ai presenti. A questo simposio sono intervenuti professori universitari, direttori e curatori museali, architetti e graphic designers di entrambi i Paesi per presentare e discutere le loro esperienze nell’ambito delle relazioni artistiche, creando un vivace dibattito. Inoltre, da parte della Fondazione Ishibashi, sostenitrice dell’evento, sono stati donati 300 volumi di storia di arte e cultura giapponese all’Università degli Studi di Milano.


Il Console Generale ad Interim Tominaga rivolge un saluto


il manifesto del simposio


il Sig. Alberto Bentoglio, direttore del Dipartimento di Beni culturali e ambientali, e la prof.ssa Rossella Menegazzo, coordinatrice e docente presso lo stesso Dipartimento


dono del catalogo dei 300 volumi all’Università degli Studi di Milano da parte del direttore esecutivo della Fondazione Ishibashi


Si è tenuta in Italia la seconda edizione di JAPAN BOWL (Competizione a quiz di lingua e cultura giapponese) (23 marzo 2018)

   Il giorno 23 marzo il Console Generale ad interim signor Makoto Tominaga ha partecipato, in qualità di membro della giuria, alla seconda edizione di JAPAN BOWL (Competizione a quiz di lingua e cultura giapponese) organizzato presso il liceo Virgilio a Milano, e all’inizio della competizione ha rivolto qualche parola d’incoraggiamento ai partecipanti. Anche in quest’occasione, come nella precedente, si è svolta una competizione meravigliosa, in cui si sono percepiti l'entusiasmo ed il profondo interesse che tutti i liceali, che vi hanno preso parte, nutrono nei confronti della lingua e della cultura giapponese. Ci aspettiamo che l’interesse e la curiosità per la lingua e la cultura giapponese aumentino sempre di più!


Il Console Generale ad Interim sig. Makoto Tominaga con i vincitori del premio della seconda edizione di Japan Bowl


Inizio della finale della seconda edizione di Japan Bowl


Un momento della finale della seconda edizione di Japan Bowl


Concerto introduttivo alla cultura giapponese presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano (23 marzo 2018)

  Il 23 marzo ha avuto luogo presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano il concerto della soprano Sig.ra Miciko Takashima. Il Console Generale ad Interim Sig. Tominaga ha presenziato al concerto, e rivolto un saluto ad apertura dell’evento. Durante il concerto, a cura della professoressa Wakako Saito, che ha tenuto il corso di lingua giapponese presso la stessa Università, la Sig.ra Takashima ha interpretato con grande sentimento e ardore alcuni canti giapponesi e un brano della “Madama Butterfly”, intervallati tra un atto e l’altro da un video di presentazione del Giappone; al termine dell’evento gli studenti del corso di lingua giapponese (nel cui novero sono compresi sia gli studenti dell’Università che gli esterni, quindi anche lavoratori) sono saliti sul palcoscenico, dove hanno intonato all’unisono con gli spettatori: “Sakura Sakura (Fiori di Ciliegio)”, rendendo il concerto un momento colmo di commozione e partecipazione.


Il Console Generale ad Interim Tominaga rivolge un saluto


la soprano sig.ra Miciko Takashima canta “Sakura Sakura (Fiori di Ciliegio)” con gli studenti del corso di lingua giapponese


la professoressa Wakako Saito introduce i canti giapponesi


Partecipazione all’inaugurazione di “Haru no Kaze (Vento di Primavera)” (16 marzo 2018)

  Dal 16 al 25 marzo si è svolto a Vicenza “Haru no Kaze (Vento di Primavera)”, evento di cultura giapponese organizzato dall’associazione culturale “Ukigumo”, in collaborazione con il comune di Vicenza. All’inaugurazione ha presenziato e rivolto un saluto il Console Generale ad Interim Sig. Makoto Tominaga. Questo evento è stato accolto favorevolmente grazie ad un ricco programma, che ha abbracciato vari temi: la mostra di arte contemporanea, l’introduzione di momenti di cultura : Go, Shogi, Ikebana, Bonsai, Shiatsu, la cucina e la lingua giapponese, e il Concerto “Taiko e Street Dance”.


Da sinistra la rappresentante dell’associazione culturale “Ukigumo” signora Paola Bordignon, il Vicesindaco del Comune di Vicenza signor Jacopo Bulgarini d’Elci ed il Console Generale ad interim Tominaga


Da sinistra la rappresentante di Ukigumo signora Paola Bordignon, il Console Generale ad interim Tominaga, la presidente d’Ukigumo signora Cinzia Geretti, il Vicesindaco del Comune di Vicenza signor Jacopo Bulgarini d’Elci


il Console Generale ad interim Tominaga, il Vicesindaco del Comune di Vicenza signor Jacopo Bulgarini d’Elci, rappresentanti di Ukigumo, e lo staff al completo degli artisti di ”COBU”, un gruppo di “Taiko e Street Dance” basato a New York


VISITA ALLO STAND DEL GIAPPONE PRESSO LA BIT (BORSA INTERNAZIONALE DEL TURISMO A MILANO)(13 FEBBRAIO 2018)

  Dall'11 al 13 febbraio ha avuto luogo a Milano la Bit 2018: la Borsa Internazionale del Turismo. Il giorno 13 il Console Generale ad Interim Sig. Makoto Tominaga ha visitato lo stand del Giappone, allestito all'interno dell'area espositiva della fiera. Presso l'animatissimo stand del Giappone 12 aziende ed enti, tra i quali annoveravano le compagnie aree, le aziende di viaggio, ed altre organizzazioni, hanno svolto un'attività di promozione del turismo in Giappone.
  Il Consolato Generale del Giappone ha proposto due eventi di presentazione della cultura giapponese: una dimostrazione - workshop di pittura tradizionale giapponese e una di origami. La fiera era gremita di visitatori, che hanno rivolto numerose domande sul GIappone, meta di un prossimo viaggio.


Un momento della dimostrazione - workshop di origami


VISITA AI JAPAN BOOTH DI MICAM E MIPEL (12 febbraio 2018)

  Dall’11 al 14 febbraio si sono svolte a Milano due delle più grandi fiere al mondo nel campo delle calzature e della pelletteria: il MICAM, la Fiera internazionale delle calzature, e il MIPEL, la Fiera internazionale degli articoli di pelletteria. Nelle rispettive fiere erano presenti anche gli stands del Giappone, dove le aziende espositrici hanno presentato i propri manufatti, richiamando l’attenzione dei visitatori.
  Durante il periodo della Fiera, e precisamente, il giorno 12, il Console Generale ad Interim sig. Tominaga ha visitato i Japan Stands di entrambe le fiere. Le aziende non si limitano a destinare le loro vendite al mercato interno giapponese, ma si impegnano con fervore ad estenderle a quello estero. E proprio di questi attività e impegno si sono fatti portavoce i responsabili dei vari brands. Nella grande varietà di oggetti esposti, ce n’ erano alcuni da cui traspirano cultura e tradizione giapponese, come, per esempio, i ventagli confezionati con l’utilizzo di cuoio.


Il Console Generale ad interim Tominaga visita il Japan Booth del MICAM (in primo piano, il primo da destra)


Il Console Generale ad interim Tominaga visita il Japan Booth del MIPEL (il primo da sinistra)


Partecipazione al Bologna Tè Festival (9 – 11 febbraio 2018)

  Dal 9 all’11 febbraio si è svolta presso il Palazzo Pallavicini di Bologna la seconda edizione del Festival del “Tè”. Il Console Generale ad Interim Signor Makoto Tominaga ha presenziato e rivolto ad apertura dell’evento un saluto nel salone del Palazzo, in cui si esibì anche Mozart.
  Quest’anno Il festival ha dedicato un focus alla cultura del tè del Giappone, presentando la cerimonia del tè e altri momenti dedicati al tema, e ha vantato la partecipazione del signor Gibbs, presidente del Comitato Internazionale del Tè basato a Londra, e una presenza sia dal Giappone, grazie alla rappresentanza di Tea Promotion Division del Governo della Prefettura di Shizuoka, sia della musicista Kikuchi, che, ad apertura dell’evento, ha cantato, accompagnandosi con il violino, il canto popolare di Amami. Tutte queste persone con la loro presenza e impegno, infuso nella promozione del tè giapponese, hanno contribuito ad intensificare gli scambi a livello internazionale.


Da sinistra la signora Kikuchi, il Console Generale ad Interim Tominaga,
e dietro al banco, alla destra della signora giapponese, i signori Suzuki e Sasano, rispettivamente Chief e Deputy Director di Tea Promotion Division del Governo della Prefettura di Shizuoka.